Diciotti, Mentana contro Salvini: ​"Non si agitano manette"

Diciotti, Mentana contro Salvini: ​Non si agitano manette
13 Luglio Lug 2018 13 luglio 2018

La vicenda della Vos Thalassa e dello sbarco dalla Diciotti dei 67 migranti salvati in mare ha acceso e non poco il dibattito politico. E Mentana attacca il ministro

La vicenda della Vos Thalassa e dello sbarco dalla Diciotti dei 67 migranti salvati in mare ha acceso e non poco il dibattito politico. Tra il Viminale e il Colle c'è tensione dopo la mossa di Mattarella che di fatto ha sbloccato la situazione nel porto di Trapani. Ma i toni della vicenda non accennano a spegnersi e questa mattina il ministro degli Interni è stato chiaro affermando che andrà dritto per la sua strada "cercando i responsabili di quanto accaduto a bordo della Thalassa".

Ma nel dibattito sulla sorte dei migranti "facinorosi" è entrato anche Enrico Mentana che di fatto durante la conduzuone del sul Tg su La7 ha affermato: "Qui il problema cari telespettatori è troppo chiaro: non può essere in nessun caso a decidere chi deve andare in cella, chi deve essere arrestato, chi rimane a piede libero. Ognuno ha il suo ruolo. Non si può contemporaneamente essere nel governo e con le manette da agitare, questo per lo meno da quando esiste la democrazia". Insomma il direttore di Tg La7 ha usato parole dure per commentare la linea del Viminale. Intanto oggi tra Salvini e le toghe si è aperto un nuovo fronte proprio legato alla Diciotti. Davigo e l'Anm hanno puntato il dito contro il ministro: "Non può fare il pm". Insomma lo scontro resta e non accenna a spegnersi...

Commenti

Commenta anche tu