I «fiati» dei Pomeriggi celebrano Rossini a 150 anni dalla morte

13 Luglio Lug 2018 13 luglio 2018

Il concerto sarà nel palazzo di corso Magenta In scaletta pure Ciaikovskij, Bizet e Donizetti

Luca Pavanel

L'Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano, anzi i «fiati» della compagine al momento non vanno in vacanza. E restano qui per la gioia dei milanesi. Il direttore artistico Maurizio Salerno, che ha il suo quartiere generale al teatro Dal Verme, è ancora in campo su diversi fronti. Già, proprio così.

Uno di questo fronti è dalle parti di corso Magenta, dove prosegue la rassegna «I Pomeriggi alla Stelline-Orti di Leonardo» anche domani (dalle ore 18) con il cartellone «Rossini e non solo...». Il concerto parte con «Ouverture da La gazza ladra» di Rossini appunto; «Lo Schiaccianoci (suite-selezione) di Ciaikovskij e l'«Ouverture da Giovanna d'Arco» di Verdi. E ancora: «Ouverture da L'italiana in Algeri» sempre di Rossini, «Carmen (suite-selezione)» di Bizet, per finire con un Donizetti, «Ouverture da Don Pasquale» e il rossiniano «Ouverture da Il barbiere di Siviglia». La direzione e gli arrangiamenti sono a cura di Paolo Belloli, collaboratore storico dell'Orchestra che sarà alla testa dell'Ensemble di Fiati. Il senso del progetto

Il nuovo appuntamento con questa rassegna primaverile renderà omaggio al genio di Gioachino Rossini a 150 anni dalla sua scomparsa, con un programma dunque dedicato alle più famose pagine firmate dal grande pesarese affiancate a brani di altri autori a lui contemporanei. Il pubblico potrà scegliere se accomodarsi nella tradizionale platea di sedie o sui comodi cuscini disposti sul prato. Va ricordato che l'omaggio rossiniano torna in scena al primo agosto nel Cortile delle Armi del Castello Sforzesco (ore 21.30, 5 euro). L'appuntamento fa parte della rassegna «Estate al Castello» e sul podio in questa occasione salirà il maestro Alessandro Calcagnile. La formazione del Teatro Dal Verme intreccia Rossini operista a brani strumentali meno noti come la sinfonia «al Conventello», e ancora la sinfonia i re maggiore detta «di Bologna».

Ritornano alla rassegna «I Pomeriggi alle Stelline-Orti di Leonardo» i prossimi appuntamenti del calendario sono (sempre di sabato): il 21 luglio, ore 18 - Chiostro della Magnolia - Paganini, Concerto n. 1 per violino e orchestra Mendelssohn, Sinfonia n. 4, Italiana. Direttore: Yusuke Kumehara. Violino: Giuseppe Gibboni. L'orchestra de I Pomeriggi Musicali sarà impegnata anche il 28 luglio, ore 18 - Chiostro della Magnolia - autori quali Grieg, Holberg Suite Respighi, Antiche arie e danze, suite n. 3 Ciaikovskij, Serenata per archi, op. 48, direttore: Mario Roncuzzi Ensemble d'Archi I Pomeriggi Musicali.

Commenti

Commenta anche tu