Negozi chiusi nei festivi "Addio a 400mila posti"

Negozi chiusi nei festivi Addio a 400mila posti
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
13 Luglio Lug 2018 13 luglio 2018

Il governo gialloverde vuole mettere un freno alla liberalizzazione degli orari di apertura per i giorni festivi

Il governo gialloverde vuole mettere un freno alla liberalizzazione degli orari di apertura per i giorni festivi. Al punto che è già stata presentata una proposta di legge che potrebbe cambiare in modo radicale il mondo del lavoro. Ma a quaetsa mossa del governo risponde Confimprese con il presidente Mario Resca che lancia l'allamrme per la probabile perdita di circa 400mila posti di lavoro e del 10 per cento del fatturato. "Se la proposta del Movimento 5 Stelle dovesse diventare legge, il messaggio sarebbe chiaro: le aziende saranno costrette a licenziare, l’intero comparto perderà 400mila posti di lavoro e il 10% del fatturato, sarebbe un grave danno per l’economia", spiega Resca.

Poi pone l'accento sul numero di festività in cui i negozi potranno restare aperti. Solo 12 festività su 52 domeniche: "Una situazione allarmante", commenta sempre Resca. Infine sottolinea come in un Paese a vocazione turistica chiudere i negozi nei festivi possa essere un autogol dal punto di vista commercaiale: "Siamo il Paese che detiene il record mondiale di siti Unesco, l’Italia è un museo a cielo aperto, quali sono i criter per stabilire le città a vocazione turistica? La gente consuma se ne ha l’opportunità, ma se i negozi sono chiusi rinuncia e non compra".

Tags

Commenti

Commenta anche tu