Pedinava e rapinava le donne. Preso egiziano clandestino

Pedinava e rapinava le donne. Preso egiziano clandestino
13 Luglio Lug 2018 13 luglio 2018

Due colpi in poche ore. Ha decine di precedenti

Pedinava le donne fino alla porta di casa per rapinarle, ha una lunga lista di precedenti penali alle spalle ed era uscito dal carcere ad aprile. Il pregiudicato 42enne, un egiziano clandestino destinatario di un ordine di espulsione mai eseguito, è stato arrestato dagli agenti del Commissariato di Sesto San Giovanni. Subito dopo aver messo a segno due nuovi colpi.

Adel Sahid Elgandy lunedì mattina a Sesto ha aggredito due donne a pochi minuti di distanza. La prima rapina è avvenuta alle 11.45 in via Boccaccio. L'uomo ha seguito una donna di 45 anni e l'ha assalita mentre lei varcava il portoncino di casa. Le ha strappato la collana d'oro del valore di circa 1.500 euro. Grazie alle telecamere di sorveglianza del palazzo gli investigatori hanno subito riconosciuto il rapinatore, appunto già noto per i suoi numerosi precedenti penali e di polizia. Poco dopo il primo colpo una 75enne ha chiesto aiuto al 112. Aveva appena subito a sua volta un pedinamento e una rapina non lontano dal luogo dell'altro episodio, in via Monte Grappa. Stava per entrare nell'ascensore del suo condominio e l'uomo le ha tolto con violenza la collanina in oro da mille euro.

Il 42enne egiziano, che nei vari arresti ha fornito almeno nove alias diversi e aveva anche un obbligo di firma, è quindi stato fermato nella serata di martedì. Era da poco uscito dal carcere dove era finito per un'altra rapina. «Non ha altra fonte di guadagno - spiegano gli inquirenti -, si mantiene sicuramente commettendo reati di questo tipo. Stiamo lavorando per capire se è autore di altre rapine dello stesso tipo». Gli agenti hanno immediatamente fatto partire le ricerche e alle 7.30 del giorno successivo ai colpi hanno riconosciuto il rapinatore in via Unità d'Italia. Si trovava in compagnia di un altro straniero, anche lui con precedenti di polizia. L'egiziano è stato portato in Commissariato, dove ha ammesso le proprie responsabilità ed è stato sottoposto al fermo di polizia. A suo carico sono emersi decine precedenti penali per alcuni furti aggravati, per rapina, reati in violazione del testo unico sull'immigrazione, utilizzo illecito di carte di credito ed evasione.

CBas

Commenti

Commenta anche tu