Accusati 12 russi "Rubati i dati di 500mila elettori"

Accusati 12 russi Rubati i dati di 500mila elettori
14 Luglio Lug 2018 14 luglio 2018

Avrebbero rubato i dati di 500mila elettori statunitensi dopo aver hackerato le email del comitato elettorale democratico durante le presidenziali del novembre 2016. È questa una delle accuse con cui il procuratore speciale per il Russiagate, Robert Mueller, ieri ha incriminato 12 ufficiali dei servizi segreti russi. Il Cremlino ha respinto ogni accusa.

Secondo il Dipartimento di giustizia americano, i 12 indagati - tutti membri del Gru, il servizio segreto delle forze armate di Mosca - avrebbero iniziato i loro attacchi informatici nel marzo 2016, prendendo di mira gli account di posta elettronica dei volontari e dei dipendenti della campagna presidenziale di Hillary Clinton, allora sfidante di Trump. Come ha spiegato il viceprocuratore generale Rod Rosenstein, i russi avrebbero «cospirato per introdursi anche nei computer della commissione elettorale nazionale, dei segretari di Stato e delle aziende fornitrici dei software usati per il voto. Gli attacchi venivano condotti attraverso lo spear phishing, meccanismo con cui vengono inviate a persone specifiche finte email con obiettivi fraudolenti che sembrano provenire da conoscenti.

Commenti

Commenta anche tu