Arriva il nuovo Tutor: la data e i tratti coinvolti

Arriva il nuovo Tutor: la data e i tratti coinvolti
14 Luglio Lug 2018 14 luglio 2018

Secondo il Portale della Sicurezza Stradale entro fine luglio verrà attivato il nuovo sistema di rilevamento della velocità media

Da qualche giorno circolano notizie riguardanti l’attivazione del nuovo sistema SICVe-PM, per la misurazione della velocità media nei tratti autostradali, che va a sostituire il precedente sistema Tutor; disattivato a seguito della sentenza della Corte d’appello di Roma dello scorso 10 aprile, nella quale si accusava Autostrade per l’Italia di averne copiato il brevetto. Indiscrezioni - non confermate da Autostrade per l'Italia - che indicano il 25 luglio come possibile data per l’attivazione del servizio.

"Ogni valutazione e decisione puntuale circa le tratte, i tempi e le modalità di attivazione è di competenza della polizia stradale", precisano dalla società, "Le informazioni già diffuse in questa fase, quindi, non hanno alcun fondamento". E la Polizia Stradale sul proprio sito istituzionale, aggiornato al 9 aprile scorso, non rimanda in alcun modo al nuovo sistema di controllo.

Ma sul sito dell’Associazione Sostenitori ed Amici della Polizia Stradale (Asaps) vengono elencate le tratte autostradali che dovrebbero essere soggette al controllo, caratterizzate dai più elevati tassi di mortalità registrati prima dell'entrata in funzione del Tutor (lungo le principali direttrici A1 e A14) e dai punti sotto osservazione (A10; galleria di Base Direttissima A1; A16 Baiano-Avellino).

La scelta di questi tratti, già soggetti al rilevamento del precedente sistema, è non solo verosimile ma in accordo con quanto descritto sul sito della polizia, che sottolinea come “le aree d'installazione del sistema (Tutor, ndr) sono state individuate in base al numero di incidenti e lo scopo è quello preventivo, per creare un deterrente contro le velocità più elevate… Il sistema individua e punisce chi, spingendo sull'acceleratore per lunghi tratti, mette a repentaglio la vita degli altri”.

Indipendentemente dalla veridicità delle informazioni riportate ed in attesa di ulteriori aggiornamenti, si raccomanda, a chiunque si mette al volante, di attenersi sempre al pieno rispetto del Codice della Strada onde evitare incidenti e sanzioni.

Tags

Commenti

Commenta anche tu