Il match tra Djokovic e Nadal sospeso sul 2-1 a Wimbledon

Il match tra Djokovic e Nadal sospeso sul 2-1 a Wimbledon
14 Luglio Lug 2018 14 luglio 2018

Semifinale nottura interrotta. Il match tra i due riprenderà alle 14 ora italiana

nostro inviato a Wimbledon
Costretti sotto il tetto di Wimbledon sul far della notte. Nadal-Djokovic, la partita più attesa delle due semifinali del torneo, finisce per cominciare quando su Londra si accendono le luci. Prima di loro era andata in scena la sfida bum bum tra Anderson e Isner, vinta dal sudafricano Kevin 26-24 al quinto set dopo 6 ore e 36 minuti, un record per le partite disputate nella stessa giornata. Lo stesso Anderson, tra l’altro, che aveva giocato più di 4 ore con Federer, battuto nei quarti. Isner, l’americano trumpiano del tennis, era già stato protagonista a Wimbledon della sfida record con Mahut del 2010 (finita 70-68 al quinto dopo 11 ore e 5, ma in tre giorni) ed ha finito con i crampi: “Non è solo la sconfitta – ha detto poi alla fine -: mi ci vorranno giorni e giorni per rimettermi in sesto”. Anderson invece sembrava avesse perso lui: “Scusate se non riesco a mostrare entusiasmo, ma sono troppo stanco”.

Così dopo le 20, ora di Greenwich, ecco finalmente Rafa e Nole, che dalle 13 erano chiusi in spogliatoio. La regola di Wimbledon prevede che non si possa giocare comunque oltre le 23, per cui si parte col punto di domanda. Djokovic, alla ricerca da tempo della vecchia forma da cannibale, sembra ritrovare se stesso: l’indoor lo aiuta (con il tetto l’erba del Centrale diventa più veloce) e il primo set è suo 6-4. Il secondo poi diventa uno spot per il tennis: Rafa alza il livello, Nole risponde ma gli si inceppa il servizio. Nadal chiude 6-3 e si va avanti, con la quasi certezza che l’incontro non riuscirà ad avere un termine. Anche perché i tempi si allungano: i due affrontano un corpo a corpo, colpo su colpo, e il tie break del terzo set è la naturale conclusione. Lo vince 11-9 Djokovic e si va due set a uno per lui. A quel punto sono le 23.03, tutti a nanna: l’arbitro spegne la luce. Si ricomincia oggi, prima della finale femminile prevista per le 15 italiane. Ma, vista la giornata di ieri, chissà se comincerà a quell’ora.

Tags

Commenti

Commenta anche tu