Monti Tiburtini, lite per viabilità sfociata in accoltellamento

Monti Tiburtini, lite per viabilità sfociata in accoltellamento
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
14 Luglio Lug 2018 14 luglio 2018

I carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato per tentato omicidio un 63enne romano dopo una lite per viabilità che era sfociata in un accoltellamento

I carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato per tentato omicidio un 63enne romano dopo una lite per viabilità che era sfociata in un accoltellamento.

L’uomo, con numerosi precedenti, è stato arrestato in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip presso il Tribunale di Roma.

Il 2 luglio scorso il 63enne si trovava alla guida della sua auto in via dei Monti Tiburtini, quando è scoppiata una lite violenta con un altro automobilista, un 35enne romano. All'origine ci sarebbero futili motivi legati alla viabilità. Ma il 63enne ha colpito l’altro alla gola utilizzando un coltello a serramanico.

Alcuni passanti hanno chiamato i carabinieri. Il 63enne, trovato in possesso di un coltello con lama di 7 cm, è stato denunciato. L’altro uomo, ferito ma non in pericolo di vita, è stato trasportato all’ospedale “Sandro Pertini” e tenuto in osservazione.

Dopo aver ricostruito i fatti, ieri mattina il 63enne è stato portato presso il carcere di Regina Coeli.

Tags

Commenti

Commenta anche tu