Storico faccia a faccia tra Putin e Trump

Storico faccia a faccia tra Putin e Trump
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
16 Luglio Lug 2018 16 luglio 2018

"Il mondo ci sta osservando", ha detto il presidente Trump ai giornalisti prima dell'inizio dell'incontro con il presidente russo Putin. Il faccia a faccia nel palazzo presidenziale di Helsinki

Il presidente americano Donald Trump e quello russo Vladimir Putin si sono visti a Helsinki, in Finlandia, nel palazzo presidenziale. Due ore e dieci minuti è durato il faccia a faccia. L’incontro è stato "un inizio molto buono", ha dichiarato il presidente americano, riferendosi ai rapporti tra i due Paesi.

"Il mondo ci sta osservando", aveva detto Trump in una breve dichiarazione ai giornalisti prima dell'inizio del vertice. Trump ha anticipato che ci sono diverse cose di cui parlare, dal commercio "e dell’amico Xi", al nucleare. "Andare d’accordo è una buona cosa, il mondo vuole vederci andare d’accordo". Al centro della discussione anche il nucleare: "Abbiamo il 90% delle armi nucleari del mondo e questa non è una buona cosa", ha osservato Trump.

Da parte sua Putin ha detto che è "un piacere" incontrare il suo omologo americano. Ed ha aggiunto, dopo l'attesa stretta di mano con Trump, che "è arrivato il momento di parlare sul serio delle nostre relazioni e dei problemi del mondo".

"Mi piacerebbe congratularmi con te per l'ottima edizione della Coppa del Mondo, una delle migliori in assoluto - ha aggiunto Trump -. E anche per la tua squadra che sta facendo così bene". Il presidente Usa ha rivelato di aver visto "un bel po'" di partite.

Finita la guerra fredda

"Dobbiamo lasciare dietro le spalle questo clima da guerra fredda, non c’è bisogno dello scontro, la situazione è cambiata, bisogna affrontare le sfide comuni, il terrorismo sempre in crescita e il crimine internazionale, per non parlare dei problemi economici e ambientali", ha affermato Putin in conferenza stampa con Donald Trump. E poi ha aggiunto: "I negoziati di oggi sono stati cruciali per frenare la proliferazione delle armi nucleari".

In merito alle presunte ingerenze russe nella campagna elettorale Usa che ha portato Trump alla Casa Bianca, Putin ha ribadito: "Ripeto ciò che ho già detto in molte occasioni: la Russia non ha mai interferito né mai interferirà negli affari interni americani, qualsiasi materiale dovesse venire alla luce, lo potremmo analizzare insieme, attraverso i gruppi sulla sicurezza informatica". E Trump ha affermato che il Russiagate "è una farsa senza prove ed è stato un disastro per i due paesi. La mia campagna è stata onesta, ho battuto con facilità Hillary Clinton e la batterei di nuovo. È una vergogna che ci sia questa inchiesta, io non conoscevo Putin e non c’è stata nessuna collusione".

Correlati

Commenti

Commenta anche tu