Milano, minacce ai vicini: "Adesso vi bruciamo vivi"

Milano, minacce ai vicini: Adesso vi bruciamo vivi
8 Agosto Ago 2018 08 agosto 2018

Terrorizzavano i condomini del palazzo nel quale vivevano a Cologno Monzese, i fratelli Toce, arrestati dai carabinieri

Minacce ai vicini, risse nei bar e botte a chiunque non rispettasse le loro regole. Così passavano la giornata due fratelli di Cologno Monzese, Milano.

I carabinieri hanno arrestato i fratelli Toce, Giampietro di 40 anni e Massimiliano di 45, che terrorrizzavano gli abitanti del condominio in via Risorgimento 27 e non solo, come riferisce il Corriere della Sera. Era il 2016 quando i due fratelli avevano preso di mira il bar Silton 3 di Cologno Monzese, gestito da una famiglia cinese. Giampietro, infatti, aveva vinto 100 euro alle macchinette ma, data la presenza di un debito di 10 euro, i gestori gliene avevano consegnati solamente 90. Ma lui pretendeva di ricevere tutta la somma vinta. "Da domani tu non lavori più", aveva detto alla titolare più anziana e se n'era andato, dopo botte e insulti, per poi tornare con una tanica di liquido infiammabile e incendiare la saracinesca. I filmati delle telecamere di sicurezza, diffuse dai carabinieri, dimostrano la violenza delle aggressioni dei fratelli Toce (Guarda il video).

Ma le azioni dei due criminali non finiscono qui. Lo scorso 20 giugno, infatti, avevano aggredito un muratore, mandato dall'amministratore per fare dei lavori nel condominio:"Se non te ne vai immediatamente do fuoco a te e al furgone. Ti prendo a badilate in faccia se non te ne vai", aveva detto all'uomo, colpendolo con violenti calci e pugni. Una vicina, che si era affacciata alla finestra, si era sentita apostrofare con insulti spiacevoli e subito dopo era stata raggiunta da Giampietro, che l'aveva trascinata sul pianerottolo, schiaffeggiata, sottolineando che"qui comando io. Non uscite di casa se non ve lo dico io".

I due fratelli pretendevano una totale obbedienza da parte degli altri condomini, tanto da accanirsi violentemente contro chi non sottostava alle loro regole: un residente si è ritrovato con l'appartamento completamente allagato, mentre a una donna è stata spaccata la finestra, perché "tu chiami sempre i carabinieri. Io ti brucio viva, non la passi liscia, io qua vi brucio a tutti". I Toce si erano accaniti anche contro una vicina 86enne, tanto che lei era arrivata a non uscire più di casa, per paura di incontrarli.

Tags

Commenti

Commenta anche tu