Il legale di Stormy Daniels: "Sfiderò Trump alle elezioni del 2020"

Il legale di Stormy Daniels: Sfiderò Trump alle elezioni del 2020
10 Agosto Ago 2018 5 giorni fa

In una intervista rilasciata a un quotidiano dell’Iowa, l'avvocato ha ammesso di condividere le istanze del Partito democratico

Michael Avenatti ha annunciato di volersi candidare alla presidenza degli Stati Uniti. Prima di tale dichiarazione, il legale aveva trascorso le ultime settimane criticando aspramente, mediante i social, Donald Trump e l’entourage del tycoon. Avenatti aveva finora acquisito notorietà grazie al suo ruolo di difensore dell’attrice Stormy Daniels, la quale a marzo ha citato in giudizio Trump. La donna, protagonista di diversi film “a luci rosse”, sostiene di avere avuto una relazione con l’attuale presidente e che quest’ultimo le avrebbe intimato di non proferire parola circa la loro liaison. L’inquilino della Casa Bianca ha accusato la Daniels di essere una “imbrogliona” e l’attrice ha reagito denunciando Trump per diffamazione e scegliendo Michael Avenatti come avvocato difensore.

In una intervista rilasciata ieri al quotidiano dell’Iowa The Des Moines Register, il legale ha dichiarato di ambire alla presidenza degli Stati Uniti: “Voglio diventare presidente di questa grande nazione. Il nostro Paese ha bisogno di persone migliori dell’attuale inquilino della Casa Bianca. La mia candidatura è credibile e seria. Spero di convincere gli elettori della bontà delle mie proposte". Nella stessa intervista, Avenatti ha affermato di condividere le istanze del Partito democratico e di volere partecipare alle primarie di quest’ultimo. Egli ha poi confermato la sua partecipazione a diverse iniziative anti-Trump che avranno luogo questo fine-settimana in Iowa, tra le quali figura il Democratic Wing Ding, evento destinato a raccogliere fondi per le prossime campagne elettorali del partito di Hillary Clinton e Bernie Sanders: “Sia i democratici sia i repubblicani hanno cercato di convincermi a scendere in campo per le presidenziali del 2020. Alla fine, ho scelto i valori incarnati da Franklin Delano Roosevelt, da John Fitzgerald Kennedy e da Barack Obama. I democratici, in questo momento, sono in grande difficoltà e la mia retorica appassionata può servire a mettere in difficoltà gli avversari repubblicani. Il Democratic Wing Ding rappresenta per me una importante occasione per conquistare la fiducia della straordinaria gente dell'Iowa". Lo scorso 4 luglio, Avenatti aveva parzialmente smentito le indiscrezioni giornalistiche secondo le quali egli avrebbe prima o poi sfidato Trump sul piano elettorale: “Non ho intenzione di scendere in campo alle presidenziali del 2020. Se alla vigilia delle elezioni non ci saranno personalità autorevoli a sfidarsi, allora potrei cambiare idea".

Le scorse settimane, l’avvocato di Stormy Daniels aveva pubblicato diversi tweet diretti a ridicolizzare Trump e l’équipe legale di quest’ultimo. Ad esempio, il tycoon era stato recentemente definito “stupido e disonesto” dal legale, mentre Rudolph Giuliani, avvocato del presidente, era stato etichettato da Avenatti come un “rottame”.

Tags

Commenti

Commenta anche tu