Consigli per una vacanza in campeggio

Consigli per una vacanza in campeggio
16 Agosto Ago 2018 16 agosto 2018

Ogni anno cresce il numero di italiani che decide di trascorrere le proprie vacanze in capeggio. Viaggiare con la tenda e il sacco a pelo è una filosofia di vita che apporta tanti benefici alla salute e alla creatività. Ecco la check list degli amanti del campeggio

Il campeggio è una filosofia alternativa di vivere lo svago e il tempo libero durante l’estate. Ogni anno cresce sempre più il numero di italiani che decidono di trascorrere le vacanze in tenda a stretto contatto con la natura e sperimentando l’inedito stile di vita en plein air.

Le regioni italiane in testa nella classifica annuale delle vacanze in campeggio sono la Toscana, il Veneto, la Sardegna. In commercio ci sono tende di tutti i tipi: per tutti i gusti e per tutte le tasche. Ci sono addirittura siti tramite i quali è possibile affittare tende particolari e confortevoli e nei quali gli utenti si scambiano consigli su tutto ciò che c’è da sapere sulla vita in campeggio.

Le vacanze in campeggio sono altamente salutari perché dedicarsi alle attività del camping come montare la tenda, cucinare, fare escursioni fa bruciare più calorie rispetto ad una vacanza in un hotel o un appartamento. Grazie alla vita in mezzo alla natura ci si può concedere più tempo da dedicare a se stessi e alle attività piacevoli e rilassanti come leggere un libro, ascoltare musica, passeggiare. I ritmi vitali cambiano inevitabilmente in campeggio perché ci si affida a quelli del sole. Rallentando i ritmi si diventa armonici con l’ambiente circostante e con se stessi e ciò apporta beneficio al sonno che risulta più qualitativo e più rigenerante.

Stare all’aria aperta stimola la creatività perché ammirare gli spettacoli che la natura ci dona, ci rigenera e trasmette positività. Ammirare l’alba e il tramonto stimola l’immaginazione e ci fa sentire più vitali, ricettivi e con tanata voglia di fare. Il campeggio è un ottimo scaccia -pensieri perché immersi in un contesto diverso rispetto alla città si sconfigge la tendenza a rimuginare sempre sugli stessi argomenti e quindi si allontanano i pensieri negativi tipici di chi è assuefatto dall’ambiente metropolitano o dalla vita sedentaria.

Se avete deciso di trascorrere un weekend in campeggio in questa splendida estate ecco la checklist delle cose indispensabili da portare con sé:

1) Tenda, telone e tappeto: per montare la tenda non dimenticatevi di munirvi di picchietti, martello e corda. Utile è anche portarsi una tela cerata da mettere sotto la tenda per contrastare l’umidità che sale dal terreno o per riparare la tenda in caso di acquazzone. Un tappeto davanti alla tenda consente di non fare entrare all’interno le foglie o residui di terreno e può anche creare uno spazio per sostare e riposare;

2) Materassino e sacco a pelo: sono gli indispensabili per allestire la zona notte. Le lenzuola sono superflue se si ha con sé un sacco a pelo che è sempre utile e comodo anche per le serate e i pic- nic all’aperto;

3) Kit pronto- soccorso: per qualsiasi tipo di emergenza è necessario portarsi con sé l’occorrente per far fronte ad eventuali lesioni, tagli, sbucciature o scottature. Non dimenticarsi di cerotti, bende, prodotti per disinfettare e medicare le ferite, repellenti, pomate per distorsioni e ustioni;

4) Torcia elettrica: di notte si può solo contare sull’illuminazione delle stelle e della luna. Una torcia è vitale per muoversi al buio. Si consiglia di munirsi si pile di ricambio e delle lampade da appendere all’interno della tenda;

5) Coltellino svizzero: utile per molteplici funzioni. Può essere utilizzato come coltello, forbici e apri-bottiglia.

Tags

Commenti

Commenta anche tu