Come lavorare ad agosto senza annoiarsi

Come lavorare ad agosto senza annoiarsi
17 Agosto Ago 2018 17 agosto 2018

Agosto è il mese delle attese ferie, del relax e del divertimento. Non per tutti. Molti sono gli italiani che rimangono in ufficio in questo periodo dell’anno. Ecco i nostri consigli per sfruttare al meglio questo periodo di lavoro senza annoiarsi

Il mese di agosto non è per tutti il mese del relax, delle vacanze e del mare. Per molti la pausa tanto attesa è ancora lontana.

Il turismo anni 70 tutto spiaggia e riposo nel mese di Agosto ha lasciato il posto al “turismo incidentale” praticato in diversi periodi dell’anno, anche quelli meno pensati. Si decide di staccare dal lavoro per andare a trovare i familiari lontani, per andare a sciare sulle Dolomiti nei mesi più freddi. La pausa dall’ufficio è dettata dalle nostre esigenze, preferenze e stile di vita.

"Andare in vacanza" ad Agosto è una "fissazione" tipicamente italiana. Ad esempio a Praga, il giorno di Ferragosto, è un giorno come tutti gli altri in cui gli uffici pubblici sono aperti e qualsiasi cittadino può recarsi per richiedere documenti o servizi specifici. Anche negli altri paesi europei il mese di agosto è un mese come un altro. Ci sono tanti aspetti positivi per chi continua a lavorare in questo mese caldo in cui la città si svuota e i colleghi sono in ferie.

Per chi rimane in ufficio tutto rallenta e l’ambiente lavorativo risulta tranquillo senza il telefono che squilla ininterrottamente e che spesso ci distrae ci deconcentra. Il carico di lavoro diminuisce perché ci sono meno scadenze da rispettare. Per raggiungere il posto di lavoro c’è più possibilità di trovare parcheggio o posti liberi nei mezzi pubblici.

Ecco 6 utili consigli per non annoiarsi in ufficio ad Agosto e trasformare questo periodo lavorativo in uno produttivo senza noia e problemi:

1) Rallentare i ritmi: in questo periodo dell’anno le scadenze sono più dilatate nel tempo perciò potete concedetevi il lusso di allentare l’ansia di non farcela a consegnare il lavoro per tempo;

2) Concedersi delle pause: durante la giornata lavorativa fermatevi per cinque minuti ogni due ore. Ciò consente di svolgere le proprie attività con la mente più lucida. Per sentirsi meglio è necessario prendere un caffè, scambiare due parole con i colleghi che non sono ancora andati in ferie, uscire a rendere un po’ d’aria;

3) Mettere ordine: il carico di lavoro è abbastanza gestibile in questo periodo dell’anno. Sfruttate i tempi morti per mettere ordine sulla vostra scrivania, archiviare i documenti, cancellare i file obsoleti, cancellare i messaggi di posta elettronica superflui. Quest’ordine vi sarà utile nei mesi successivi perché migliorerà il vostro rendimento e la vostra produttività;

4) A pranzo lasciare l’ufficio: la pausa pranzo è importante per schiarirsi le idee e per ricaricare al meglio le batterie. Sfruttate le belle giornate per uscire dall’ufficio per pranzare all’aria aperta in un parco oppure in quel ristorante che negli altri periodo dell’anno è così affollato e incompatibile con i vostri orari di rientro in ufficio;

5) Pianificare gli impegni futuri: scrivere una lista di cose da fare in ufficio nei prossimi mesi per dar vita ad un chiaro ed efficiente piano d’azione senza lasciarvi sfuggire nulla e per far fronte ad eventuali imprevisti;

6) Aggiornarsi: se avete tempo a disposizione dedicatevi alla lettura di libri, riviste di settore, blog e siti specializzati al vostro campo professionale. Non si finisce mai di formarsi. Ampliare le proprie conoscenze è di vitale importanza per crescere e arricchirsi sia umanamente che professionalmente.

Tags

Commenti

Commenta anche tu