Finisce all’ospedale per un sex toy maxi: succede a Milano

Finisce all’ospedale per un sex toy maxi: succede a Milano
4 Settembre Set 2018 04 settembre 2018

Un caso davvero anomalo quello che ha visto coinvolto un sex toys e un uomo italiano, costretto a rivolgersi ai medici per una rimozione efficace

Sex toys e incidenti medici, una condizione piuttosto frequente che può accadere a chiunque. Sono tante le persone che si sono trovate costrette a rivolgersi agli esperti di settore per l'estrazione di un giocattolo erotico, inavvertitamente bloccato all'interno del corpo.

Ultimo in ordine di apparizione è un 31enne italiano che, dopo ventiquattro ore di tentativi vani, ha chiesto il supporto dell'Ospedale Niguarda di Milano per la rimozione di un sex toys. Giunto presso la struttura medica, lamentando alcuni dolori addominali, ha nascosto al personale medico la presenza dell'intruso dentro il suo corpo.

Solo una visita accurata e alcuni esami ai raggi X hanno evidenziato l'inserimento di un sex toys di dimensioni davvero maxi, circa 58 cm, che dal retto raggiungeva il colon dell'uomo. I primi tentativi di rimozione sono risultati subito vani, l'oggetto bloccato all'interno del corpo non sembrava voler collaborare. Solo l'utilizzo di una tecnica alternativa ha permesso l'estrazione del dildo, permettendo così la creazione di un nuovo valido articolo medico.

Il team, guidato dal dottore Lorenzo Dioscoridi, ha creato una sorta di cappio con un filo non idrofilo raddoppiato per ottenere un catetere a stantuffo. Il singolare ritrovato ha consentito di aggangiare il maxi dildo, dalla struttura rigida e dalla superficie liscia, superando la pratica endoscopia consueta. Il giovane, dopo i controlli di rito, ha fatto ritorno a casa in piena salute ringraziando lo staff medico per averlo liberato dall'imbarazzante incidente.

Tags

Commenti

Commenta anche tu