Probiotici potrebbero essere dannosi per il nostro corpo

Probiotici potrebbero essere dannosi per il nostro corpo
10 Settembre Set 2018 13 giorni fa

Uno studio condotto dall'Istituto Weizmann di Israele sta cercando di dimostrare che l'assunzione dei probiotici in alcuni casi oltre ad essere inutili per il nostro organismo possono essere dannosi

La ricerca condotta da un gruppo di scienziati dell'Instituto Weizmann ha fatto emergere un risultato sconcertante sui probiotici: possono essere inutili e in alcuni casi addirittura nocivi

I probiotici, quei prodotti che spesso prendiamo alla fine di una terapia antibiotica perché pensiamo possano ripristinare le difese del nostro organismo, milioni di persone li assumono ogni anno senza sapere neanche come funzionino in realtà. In un articolo apparso su Weird viene citato un articolo apparso su Cell in cui si mette sul banco degli accusati questa tipologia di prodotto.

Eran Elinav, attraverso opportune analisi e aiutato dal suo team, ha analizzato le composizioni del microbioma di 15 volontari sani a cui è stato soministrato un farmaco placebo o comunque probiotico. Successivamente sono state analizzate le feci dei volontari, è emerso che i microbiomi ritrovati nelle feci non erano collegabili ad una "colonizzazione" dell'instestino. Oltretutto è stato possibile vedere che per alcuni il probiotico aveva effetto mentre altri lo espellevano:"Alcune persone accolgono i probiotici nel loro intestino, mentre altre no". Questo fa trasparire che, la credenza che tutti possano beneficiare del probiotico è falso. Infatti, ciò dipende da soggetto a soggetto.

La ricerca successiva ha coinvolto 21 persone, a cui è stato soministrato un antibiotico comune. Successivamente, questo gruppo di 21 volontari è stato suddiviso in 3 gruppi: al primo gruppo non sono stati dati probiotici, al secondo sono stati dati e al terzo il microbioma è stato ripristinato attraverso trapianto fecale microbiota.

La ricerca ha portato alla luce che, nonostante il probiotico dato ai pazienti del secondo gruppo avesse colonizzato l'intestino lo stesso non aveva consentito il ritorno del microbioma originale se non dopo sei mesi:"I probiotici hanno impedito in modo molto potente e persistente il ritorno del microbioma alla sua situazione originale". Per il terzo gruppo, coloro che erano stati trattati con trapianto fecale microbiota, hanno riacquisito il microbiota dopo alcuni giorni.

Il ricercatore avverte che spesso crediamo nell'effetto positivo dei probioti mentre bisogna ponderare bene se convenga o meno prenderli, questo dipende da soggetto a soggetto poiché:"È quindi potenzialmente dannoso".

Ora si cercherà di ottenere un risultato a lungo termine.

Tags

Commenti

Commenta anche tu