Stanchezza da rientro: i cibi che aiutano

Stanchezza da rientro: i cibi che aiutano
11 Settembre Set 2018 11 settembre 2018

Il rientro dalle vacanze per molti è traumatico: alcuni cibi accorrono in aiuto per ricaricare il corpo e riattivare positivamente l'energia interiore

Nota come sindrome del rientro, una sensazione che attanaglia chi, dopo un periodo estivo esaltante, si ritrova a fare i conti con la routine di sempre. Il relax e i tempi dilatati dell'estate trovano spazio solo nella memoria, mentre incalzano le incombenze del quotidiano. Fanno capolino la stanchezza, lo stress, l'ansia, il nervosismo, la spossatezza e la mancanza di energia, che incide anche sul sonno. Per combattere questa condizione, e ricaricare il corpo di nuova vitalità, la tavola può diventare complice e alleata importante. Meglio evitare i cibi troppo ricchi di zucchero, che incidono sui livelli di glicemia agevolando un senso di debolezza. Un discorso simile va esteso ai prodotti troppo raffinati, confezionati e eccessivamente grassi, che possono impegnare eccessivamente la digestione appesantendola.

Meglio preferire un'alimentazione leggera, semplice, pulita, composta da prodotti ricchi di ferro, magnesio e potassio, questi ultimi utili per metabolizzare gli zuccheri e favorire il benessere dei muscoli. Il cibo consumato deve poter ricaricare il fisico nel modo giusto, assicurando quantitativi adeguati di vitamine del gruppo B, antiossidanti - in particolare vitamina C, E ed A - flavonoidi e antocianine. Scegliere i prodotti in modo consapevole è importante, ecco quali sono i migliori contro stanchezza e stress:

  • Banana: frutto ideale per garantire una riserva di magnesio e potassio, offre un'importante sensazione di sazietà. La banana è utile per rimineralizzare il corpo ma anche la mente con nuova energia;
  • Uova: ottime per chi fa sport, le uova proteggono la salute dei muscoli, in qualità di cibo proteico contengono vitamine del gruppo B. Contrastano la stanchezza e la spossatezza;
  • Mandorle e frutta secca: per una ricarica di proteine vegetali, carboidrati e grassi buoni, in particolare di omega 3, omega 6 e omega 9, si possono consumare le mandorle e tutta la frutta secca. Sono ideali come spuntini per contrastare i cali energetici con un buon apporto di sali minerali;
  • Mirtilli: antiossidanti importantissimi, contengono anche vitamina C, proteggendo il sistema immunitario e agevolano la biodisponibilità del ferro;
  • Grano saraceno: carboidrati, sali minerali e vitamine del gruppo B sono un mix energetico per il grano saraceno, ottimo da consumare come ingrediente per zuppe e insalate fredde;
  • Spinaci: e non solo, perché tutte le verdure a foglia verde possono offrire all'organismo una buona dose di acido folico, importantissimo per il combattere la sensazione costante di stanchezza e abbattimento;
  • Olio extravergine di oliva: grassi buoni e sani, ma anche antiossidanti per contrastare l'invecchiamento cellulare del corpo, proteggendo cuore e cervello;
  • Kiwi: è il frutto migliore per chi vuole assicurarsi riserve di vitamina C, ma anche potassio per drenare i liquidi in eccesso e fibre per una buona regolarità intestinale;
  • Semi di zucca: ottimi da sgranocchiare per sedare la fame i semi di zucca, sono molto utili per riattivare l'energia del corpo, grazie alla presenza di manganese, ferro, rame e magnesio e vitamine del gruppo B;
  • Farro: è il migliore supporto contro l'abbattimento umorale da stanchezza da rientro. Il farro offre all'organismo una dose ottimale di carboidrati complessi e di sali minerali, utili per la salute del sistema nervoso.

Tags

Commenti

Commenta anche tu