"Tria riduce a 300 euro il reddito di cittadinanza" Ma Di Maio: "Fake news"

Tria riduce a 300 euro il reddito di cittadinanza Ma Di Maio: Fake news
11 Settembre Set 2018 11 settembre 2018

Il ministro dell'Economia Giovanni Tria ridimensiona il reddito di cittadinanza. Non più 780 euro per 8 milioni di italiani ma solo 300 euro. Ma il vicepremier Luigi Di Maio smentisce

Il ministro dell'Economia Giovanni Tria ridimensiona il reddito di cittadinanza. Non più 780 euro per 8 milioni di italiani ma solo 300 euro al mese per 4 milioni di persone. A scriverlo è Repubblica secondo cui, nonostante le aperture di Bruxelles, le riforme economiche promesse dal governo Conte debuteranno anhe se in versione "mini" come nel caso del reddito di cittadinanza.

Secondo quanto risulta ad Affaritaliani.it, invece, questa misura partirà da metà anno e l'esecutivo investirà 5 miliardi anziché 17 per mettere in campo il cavallo di battaglia dei pentastellati. Se Tria riuscirà a trovare le coperture un milione e mezzo di italiani in condizioni di disagio riceveranno 300 euro, ossia quanto vale l'assegno del Rei, il reddito di inclusione già varato dal governo Gentiloni. Un'ennesima beffa per gli elettori dei pentastellati, prevalentemente quasi tutti del Sud, l'area più depressa economicamente e che confidava molto nell'introduzione del reddito di cittadinanza, se si pensa all'assalto ai Caf nei giorni immediatamente successivi all'esito elettorale di marzo.

Da Facebook arriva la smentita del vicepremier Luigi Di Maio:"La fake news del giorno è de La Repubblica, secondo la quale il Reddito di Cittadinanza sarà solo di 300 euro a 4 milioni di persone. Non contenti hanno rilanciato nell'articolo ancora una volta la bufala delle file ai Caf il 4 marzo, una menzogna smentita in tutte le salse ma che continua a essere diffusa dai giornali dell'establishment in spregio dei cittadini del Sud raccontati come persone che vanno in giro a fare l'elemosina. Se non è razzismo poco ci manca"-

Tags

Commenti

Commenta anche tu