Italia, Malagò tende la mano a Mancini: "Il ct non è in discussione"

Italia, Malagò tende la mano a Mancini: Il ct non è in discussione
13 Settembre Set 2018 10 giorni fa

Giovanni Malagò, Presidente del Coni, sta dalla parte di Mancini nonostante i due risultati non positivi conseguiti contro Polonia e Portogallo: "Giusto che le persone facciano il loro lavoro, le loro considerazioni e le loro critiche. Però penso che non si può mettere in dubbio la qualità di Mancini"

L'Italia di Roberto Mancini non è affatto partita con il piede giusto con un pareggio e una sconfitta contro Polonia e Portogallo alla Uefa Nations League. Il ct è parso fiducioso conscio che sarà un lavoro difficile ma che è convinto che col tempo darà i suoi frutti. Giovanni Malagò, numero uno del Coni, ha teso la mano all'ex tecnico di Inter e Manchester City. Ecco le sue parole a margine delll'inaugurazione del BNKR Toyota Wheel Park a Roma: "E' chiaro che ci si aspetta sempre di fare risultati, ma l'abbiamo visto spesso nello sport, non solo nel calcio, è giusto che le persone facciano il loro lavoro, le loro considerazioni e le loro critiche. Però penso che non si può mettere in dubbio la qualità di Mancini".

Malagò ha poi continuato: "Penso che comunque sia un progetto che deve essere visto non nel breve termine. Anche se sappiamo che ci sono scadenze sull'Europeo che sono importanti. Ho molta fiducia nell'uomo Mancini e credo che anche molti convocati, e molti esordienti, siano comunque un segnale importante per rendersi conti di quelli che sono i giocatori sui quali poi farà affidamento". Il Presidente del Coni ha poi parlato dei giovani italiani: "Se si va a parlare con un presidente o un proprietario che investe, ti dicono di non essere d'accordo o perché i calciatori stranieri in proporzione sono pagati meno, o perché sul mercato ci sono state opportunità diverse, o per le richieste dei rispettivi allenatori: purtroppo questo è il dato di fatto".

Tags

Commenti

Commenta anche tu