Lucarelli sbotta contro la Pausini: "Fai veramente pietà, pessima..."

Lucarelli sbotta contro la Pausini: Fai veramente pietà, pessima...
14 Settembre Set 2018 14 settembre 2018

Dopo l'esibizione a Milano della Pausini con annessa parolaccia, è intervenuta nella vicenda anche Selvaggia Lucarelli

Il concerto di Laura Pausini a Milano è stato un gran successo. Il pubblico è andato in visibilio con la sua performance. Ma all'indomani della performance artistica, sul web si sono scatenate un mare di polemiche. Il motivo? La parolaccia che la cantante ha pronunciato mentre si esibiva. Quel "troia" ha fatto infuriare e ora nel caos interviene anche Selvaggia Lucarelli.

"Ieri sera, durante il suo concerto milanese, Laura Pausini ha detto'troia' sul palco, rivolgendosi ad un’ex amica. Immagino che i 'troia' a caso sulla sua bacheca fb non mancheranno quotidianamente e che non le piacciano. Immagino che desideri un mondo in cui non daranno a sua figlia della troia perché si mette un rossetto rosso o esprime un qualunque pensiero. Immagino che quando rimproverava Bernardini, il conduttore di tv talk, che qualche mese fa aveva parlato (innocentemente) di suoi 'ammiccamenti sul palco' perché le sembrava cosa da non dire a una donna, intendesse dire che le sembrava un pensiero sessista. Ecco", scrive su Facebook la Lucarelli.

E dopo questa premessa pungente, passa all'attacco della Pausini: "L’insulto sessista rivolto a una donna da una donna è sempre un insulto sessista.
E fa veramente pietà che una donna così esposta, così amata, così idolatrata, pensi bene di offendere un’altra donna rea di chissà quali peccati passati (e su un palco davanti a migliaia e miglia di ragazzine), chiamandola non bastarda, stronza, infame. No. TROIA. Davvero pessima. Quasi quanto il suo ultimo album. (lo dice alla fine del video qui sotto) P.s. L’avesse detto un uomo di questi tempi, gli avrebbero già annullato i prossimi concerti".

Un pensiero forte quello della giornalista. Un pensiero che sicurmente alimenterà ancora di più il fuoco...

Commenti

Commenta anche tu