CasaPound sfila contro rom e rischia la rissa col corteo della sinistra

CasaPound sfila contro rom e rischia la rissa col corteo della sinistra
15 Settembre Set 2018 9 giorni fa

Il movimento di destra ha dato vita ad una manifestazione programmata e già accordata dal comune, per protestare contro l’insediamento abusivo rom di Via Tommaso Smith a Casal Bruciato. Pur senza alcuna autorizzazione un corteo di sinistra si è riunito per intonare cori contro “i fascisti”. Sfiorato il contatto, per fortuna nessun incidente

Ha destato qualche preoccupazione tra gli abitanti di Casal Bruciato (Roma) la duplice manifestazione che ha visto stamani contrapporsi due schieramenti di concetti politici diametralmente opposti.

Da un lato il corteo organizzato da CasaPound, manifestazione programmata ed autorizzata che ha avuto luogo in piazza Balsamo Crivelli, dall’altro un gruppo formato da rappresentanti di centri sociali e realtà di sinistra, che intonavano cori contro “i fascisti”.

Il gruppo di destra si era dato appuntamento per dar voce alle proteste dei residenti di Casal Bruciato, che in più di un’occasione si erano contrapposti all’insediamento abusivo dei rom di via Tommaso Smith. La manifestazione era stata annunciata già da qualche giorno dal responsabile di CasaPound Italia nel Lazio Mauro Antonini, come riportato da “Ansa”. “Sabato torneremo in piazza per dire no all'insediamento abusivo dei rom in via Tommaso Smith a Casal Bruciato. I residenti non tollerano più l'impunita arroganza dei nomadi che si sono stanziati nella borgata e scorrazzano indisturbati, incrementando il disagio e il degrado sociale e mettendo a rischio la sicurezza dei cittadini”.

Un’occasione troppo ghiotta da cogliere per gli oppositori del movimento i quali, pur senza aver ricevuto alcuna autorizzazione a riunirsi, hanno creato un corteo, che ha sfilato per il quartiere. Con gli slogan ormai celebri, quali “Fuori i fascisti dai nostri quartieri” oppure “Camerata, basco nero, il tuo posto è il cimitero”, i manifestanti di sinistra si sono avvicinati alla zona dove si trovavano i militanti di CasaPound, presidiata dalle forze di polizia.

Fortunatamente non si è arrivati ad uno scontro.

Tags

Commenti

Commenta anche tu