Dibattiti, laboratori ed esperimenti nella notte bianca dei ricercatori

15 Settembre Set 2018 15 settembre 2018

Una «open night» a tu per tu con gli studiosi delle università

Dopo la moda, lo shopping e la musica arriva anche la notte bianca della ricerca. In occasione della Notte europea dei ricercatori, il Museo nazionale della scienza e della tecnologia di Milano propone «Open Night - A tu per tu con la ricerca» un'intera serata gratuita con i protagonisti della ricerca. Venerdì 28 settembre tutto il Museo sarà aperto dalle 18.30 alle 23.30 per parlare di cervello, salute e medicina, vita digitale, intelligenza artificiale, videogiochi, migrazioni, spazio, terremoti, famiglie omogenitoriali, microplastiche, fake news, fisica delle particelle, mobilità sostenibile, alimentazione e sport.

La proposta prevede incontri con esperti, laboratori interattivi, speed date, la mostra Leonardo da Vinci Parade, un'incursione a bordo del sottomarino Toti, visite al transatlantico Conte Biancamano, performance artistiche e silent disco. «Il programma- spiega una nota del Museo- è stato creato insieme ai principali enti di ricerca e dà voce anche a policy maker, associazioni e media. Sono coinvolte università italiane e internazionali, istituti di ricerca come Asi, Centro cardiologico Monzino, Cnr, Esa, Humanitas Research Hospital, Ifom, Inaf, Infn, Ingv, Istituto auxologico italiano, Istituto Mario Negri, Istituto neurologico «Carlo Besta», Joint Research Centre della Commissione europea. E poi enti come Amat, Fondazione Eucentre, Fondazione Cariplo, Health City Institute, associazioni come Altroconsumo, Associazione Famiglie Arcobaleno, CheckPoint, MilanoPsy, Ugis e imprese come Auriga, Blogmeter, Celi Language Technology, Horizon Psytech&Games, Leonardo, Novo Nordisk e Yakult. L'iniziativa si svolge nell'ambito dell'Anno europeo del patrimonio culturale 2018.

Commenti

Commenta anche tu