Pomeriggio 5, lite tra Monsé e la Marchesa: "Sei una sciacquetta"

Pomeriggio 5, lite tra Monsé e la Marchesa: Sei una sciacquetta
15 Settembre Set 2018 9 giorni fa

I toni si sono alzati quando Maria Monsè ha raccontato un episodio che ha visto coinvolte lei e sua figlia Perla insiema alla Marchesa D'Aragona. La D'Urso senza parole

Sono Maria Monsè e la Marchesa d'Aragona le protagoniste dell'ultima lite andata in onda nel salotto pomeridiano di Barbara D'Urso. Il studio si stava parlando delle differenze tra il modo di vivere dei ricchi e delle persone comuni quando ad un certo punto i toni delle due ospiti si sono alzati.

Tutto è iniziato quando Maria Monsè ha raccontato un episodio che ha visto coinvolte lei e sua figlia Perla."Ricordo che una volta la Marchesa ci ha fatto scendere dalla carrozza sulla quale eravamo perché lei non la voleva prendere con noi. Io ci sono rimasta molto male", ha confessato la soubrette. "Dovevamo andare a una festa tutte insieme in carrozza - ha poi continuato -. Ma la Marchesa ha detto che noi saremmo dovute scendere dal mezzo per poter fare l'ingresso senza di noi".

"Stai zitta, buffona", ha replicato la Marchesa. "Adesso chetati e non parlare più. Devi stare zitta". "La verità è solo una - ha continuato la Marchesa -. Ti sei intrufolata gratuitamente. Il motivo per cui non volevo salire in carrozza è perché ho avuto tanta pena che una mamma scellerata portasse una bambina piccola piangente con la febbre pur di fare la sciocca e andare in giro. Perciò io mi dovevo dissociare. È stata una cosa vergognosa".

"Sei ridicola, patetica", ha ribattuto l’ex ragazza di Non è la Rai. "Ti devi vergognare. Non sei una madre. Sei una sciacquetta, sciacquetta e basta. Ma cosa vuoi dire, che argomenti puoi avere tu che sei una sottoculturata", ha tuonato la Marchesa. Tutti in studio sono rimasti allibiti mentre Barbara D’Urso ha cercato di sedare gli animi. La discussione però è continuata fino a quando la conduttrice non ha 'minacciato' la Marchesa di chiuderle il microfono.

Tags

Commenti

Commenta anche tu