Le Pen: "Sui migranti folle politica dell'Ue". Ed elogia Salvini

Le Pen: Sui migranti folle politica dell'Ue. Ed elogia Salvini
16 Settembre Set 2018 16 settembre 2018

La leader di Rassemblement National, davanti ai militanti di Frejus, denuncia il governo francese "sottomesso" alla politica dell'Ue ed elogia il ministro dell'Interno

Marine Le Pen attacca la politica dell'Unione europea sull'immigrazione. La leader di Rassemblement National, davanti a centinaia di militanti nel teatro di Fréjus, nella Francia meridionale si è scagliata contro il governo, denunciandone "la sottomissione a Bruxelles e la sua folle politica immigrazionista".

"Oggi i prefetti hanno una sola attività, cioè sistemare i migranti", ha affermato Marine Le Pen. E la leader francese si è lanciata in un duro attacco contro il sistema di supporto alle politiche migratorie e al finanziamento dei fondi per gli immigrati e i rifugiati. "Per questa politica folle, che esaspera una maggioranza di francesi, il denaro scorre", ha detto Le Pen ai suoi sostenitori, ma "per i senzatetto non ci sono mai soldi".

L'ex leader del Front National, parlando ai rappresentanti della Lega e dell'FPÖ austriaco, è tornato a uno dei punto più caldi dello scontro sui migranti in Europa, il caso Aquarius. ""Con noi, lo dico chiaramente, l'Aquarius non si avvicinerà più alle coste francesi"", ha detto Le Pen. E ha anche lanciato un assist al leader della Lega, Matteo Salvini, suo alleato in Europa: "Il numero di richiedenti asilo in Italia, dopo l'arrivo al potere di Matteo Salvini, è sceso del 65%. Bisogna attuare una politica dissuasiva dell'immigrazione".

Occhi puntati sulle elezioni del 2019, dunque, che appaiono sempre più decisive per il futuro dell'Unione europea. In Francia è già duello fra Le Pen ed Emmanuel Macron. E il fronte sovranista europeo muove le sue pedine per arrivare al massimo delle forze a maggio, quando i cittadini europei saranno chiamati a votare per una tornata elettorale che potrebbe davvero cambiare il volto della politica continentale.

Tags

Commenti

Commenta anche tu