Roma, baby gang aggredisce coetanei per soldi, smartphone e scarpe firmate

Roma, baby gang aggredisce coetanei per soldi, smartphone e scarpe firmate
26 Settembre Set 2018 26 settembre 2018

A Roma una baby gang ha picchiato e rapinato dei coetanei per prendere loro soldi, scarpe firmate e smartphone. Due sedicenni sono stati arrestati, un terzo denunciato a piede libero

È successo di nuovo a Roma. Una baby gang ha picchiato e rapinato dei coetanei per prendere loro soldi, scarpe e smartphone, riuscendo però a portare via solo i soldi. Due sedicenni sono stati arrestati, mentre un terzo è stato denunciato a piede libero.

La nuova aggressione da parte di un branco di bulli è avvenuta ieri sera tardi nella Capitale. A causa di una zuffa tra giovani in piazza dei Giureconsulti, all’altezza di via Boccea, è stato chiamato il 112. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Stazione Roma Madonna del Riposo.

I militari si sono trovati davanti a tre giovanissimi, di età compresa tra i 13 e i 14 anni. I ragazzi hanno detto ai carabinieri di essere stati aggrediti e derubati da un branco di bulli, che aveva preso loro i soldi. Gli aggressori avevano cercato di prendere ai tre anche gli smartphone e un paio di scarpe costose. Ma la reazione delle vittime glielo ha impedito. Uno dei giovani aggrediti è stato colpito con dei pugli al volto, ricevendo cinque giorni di prognosi a causa delle lesioni subite.

Un grave episodio che ha fatto scattare immediatamente le indagini da parte dei carabinieri. In poche ore i militari hanno individuato due degli aggressori: due studenti romani di sedici anni, incensurati, riconosciuti come gli autori materiali dell’aggressione. I due sono stati arrestati per rapina in concorso. I giovani finiti in manette sono agli arresti domiciliari e hanno l’obbligo di permanenza in casa, dove restano a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Attraverso degli accertamenti i militari hanno individuato anche il terzo complice, un sedicenne denunciato a piede libero per lo stesso reato. La refurtiva è stata recuperata e restituita ai giovani proprietari.

I carabinieri stanno effettuando ulteriori accertamenti per identificare eventuali altri complici della baby gang. Si cerca inoltre di verificare se questi stessi ragazzi possano essere responsabili di episodi analoghi avvenuti nei giorni scorsi tra i quartieri Aurelio e Parioli.

Tags

Commenti

Commenta anche tu