La Ong Open Arms sfida ancora Salvini: "Torniamo in mare con Astral"

La Ong Open Arms sfida ancora Salvini: Torniamo in mare con Astral
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
29 Settembre Set 2018 29 settembre 2018

Open Arms manda un messaggio al governo italiano: "Siamo Mediterraneo centrale per salvare i migranti"

Dopo la chiusura dell'ennesimo "caso Aquarius", si riapre nuovamente il fronte tra l'italia e le Ong che imbarcano i migranti nel Mediterraneo. Questa volta a sfidare nuovamente il nostro governo è Open Arms che con Astral torna ad operare nel Mediterraneo centrale. E con un tweet la stessa Ong annuncia il suo ritorno in mare: "È arrivato il momento: Astral ritorna nel Mediterraneo centrale. Nulla è più importante che denunciare l'impunità di coloro che mandano così tante persone invisibili a morire in mare o indietro nell'inferno della Libia. Salvare vite umane in pericolo in mare è un obbligo, non una scelta".

La nave di fatto è salpata proprio in queste ore dal porto di Badalona per piazzarsi al centro del Mediterraneo e quindi riprendere (nuovamente) le operazioni di salvataggio dei migranti che partono con i barconi dalle coste della Libia sotto la regia degli scafisti. Insomma è solo questione di ore e ancora una volta si aprirà una nuova crisi sul fronte delle Ong che di fatto con la loro presenza nel Mediterraneo sono un incentivo per le partenze dei migranti.

Tags

Commenti

Commenta anche tu