Comasina, preso violentatore della donna Fi: "Dove sono finiti i vigili di quartiere?"

Comasina, preso violentatore della donna  Fi: Dove sono finiti i vigili di quartiere?
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
1 Ottobre Ott 2018 01 ottobre 2018

Catturato un romeno quarantenne già condannato a 10 anni per stupro

«Naturalmente in famiglia siamo tutti soddisfatti che il suo aggressore sia stato catturato, ma per lei non cambia molto e lo capiamo. Nessuno reagisce bene a una violenza sessuale, figuriamoci quando si hanno 70 anni suonati e si è state assalite mentre si rincasava, in pieno giorno, nell'abitazione di sempre, nel quartiere di una vita. I tempi di ripresa sono molto lenti. E la paura probabilmente resterà».

Sabato sera, quando hanno cominciato a diffondersi le voci che il suo stupratore era stato catturato dalla squadra mobile di Milano, la 70enne aggredita venerdì 21 settembre in zona Bovisasca stava dormendo. Ieri mattina il clamore della conferenza stampa e le reazioni politiche - filtrate con estrema cautela dai familiari - non hanno sortito alcun effetto sulle condizioni emotive dell'anziana assalita dal romeno Sergiu Valerian Iepure, 42 anni, che nell'agosto di nove anni fa (era il 2009) a Genova, era già stato arrestato per sequestro di persona, violenza sessuale, lesioni gravi e rapina. Condannato a 10 anni, che aveva scontato in Italia fino al 2012, era stato poi trasferito in Romania. Uscito dal carcere da meno di due mesi, da qualche settimana si trovava a Milano.

La consigliera regionale lombarda del Gruppo Misto, Viviana Beccalossi, plaude a Salvini per aver rilanciato la proposta d' introdurre in Italia la castrazione chimica, ma gli chiede anche accordi con la Romania. «Serve un accordo per porre fine a questa situazione - scrive in una nota Beccalossi - che fa dell'Italia un vero e proprio luna park per criminali che non si fermano nemmeno di fronte ad anziani indifesi».

La capogruppo di Forza Italia alla Camera e coordinatrice lombarda, Maria Stella Gelmini, lancia un vero e proprio allarme. «Si moltiplicano gli episodi di violenza a Milano che rischia di raggiungere un altro triste primato, ovvero quello di capitale della violenza contro le donne. Occorre più vigilanza» scrive Gelmini. E conclude chiedendosi : «Dove sono finiti i vigili di quartiere? Oltre alla prevenzione fondata sulla cultura del rispetto, occorre che si lavori per una maggior collaborazione tra Comune e forze dell'ordine» .

«Il romeno in questi giorni a Milano frequentava dormitori e mense per i poveri - ragiona Riccardo de Corato, assessore alla Sicurezza di Regione Lombardia - Al tremendo danno cagionato si aggiunge così l'amara beffa: questo criminale viveva alle spalle del sistema di accoglienza, involontariamente connivente di un caso, l'ennesimo, che dimostra come il crimine straniero abbia ormai messo sotto scacco Milano e la Lombardia».

Molto duro anche l'intervento di Stefano Maullu, eurodeputato di Forza Italia. «Le strade delle periferie di Milano sono in preda a un degrado senza fine - commenta l'onorevole - e per gli anziani uscire per strada è ormai un pericoloso azzardo. Per il sindaco Sala e compagni, si tratta di un fallimento addirittura clamoroso».

Commenti

Commenta anche tu