L'assessore di Roma: "Gli alberi caduti? Colpa dei cambiamenti climatici"

L'assessore di Roma: Gli alberi caduti? Colpa dei cambiamenti climatici
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
3 Ottobre Ott 2018 03 ottobre 2018

L'assessore all'Ambiente del Comune di Roma, Pinuccia Montanari, si difende così davanti ai danni causati dalla caduta degli alberi: "Assistiamo anche a cambiamenti climatici che rendono la gestione del verde sempre più problematica"

Gli alberi continuano a cadere sulla Capitale e a causare danni ai romani ma per l’assessore all’Ambiente, Pinuccia Montanari, la colpa non è del Comune ma dei cambiamenti climatici.

Gli incidenti, solo nel 2018 sono stati, finora, 178 mentre lo scorso anno erano stati 41, spiega l'assessore Montanari, nel corso di un'intervista al Messaggero. "Se guardiamo ai numeri dal 2005 a oggi, - aggiunge - si scopre che gli aumenti sono sempre dovuti a particolari eventi atmosferici, penso alla nevicata del 2012, anno in cui si registrarono 497 crolli, o alle alluvioni e alla tromba d’aria del 2008, anno da 271 incidenti". E ancora:"Assistiamo anche a cambiamenti climatici che rendono la gestione del verde sempre più problematica".

Il Comune, però, è pronto a fare la sua parte. "Fino a poco fa i nostri giardinieri non avevano neanche i decespugliatori. Zero. Li abbiamo dovuti ricomprare. Non è facile lavorare così, ma ci stiamo provando, stiamo riportando Roma alla normalità", spiega la Montanari che annuncia l'assunzione di altri 70 giardinieri, oltre ai 100 già presenti "e per i prossimi anni il piano è di ingaggiarne 300". Per quanto riguarda il maxi-bando per sfoltire gli alberi sulle grandi strade, fermo dall'aprile 2017, la Montanari assicura: "Entro fine ottobre questo appalto sarà operativo definitivamente, abbiamo già spedito tutto all’Anac. Purtroppo alcune procedure sono complesse e hanno bisogno di tempi lunghi". "Per quanto riguarda la manutenzione,- sottolinea - a breve interverremo anche nei parchi, da Villa Borghese a Villa Pamphili e villa Flora, dove risistemeremo aiuole, recinzioni e impianti di irrigazione. Quest’anno ci siamo già occupati di 50 aree giochi". E, infine, c'è il capitolo risarcimento danni "Il dipartimento, con un ufficio apposito, per ogni caso prepara un'istruttoria e la spedisce alle Assicurazioni di Roma. Posso dire - promette la Montanari - che siamo pronti anche alla conciliazione prima che si arrivi a una sentenza, per le richieste con un importo basso".

Tags

Commenti

Commenta anche tu