Roma, afghano con coltello tenta rapina a ristorante-barcone: fermato

Roma, afghano con coltello tenta rapina a ristorante-barcone: fermato
8 Ottobre Ott 2018 12 giorni fa

Il 23enne, già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato con l’accusa di tentata rapina aggravata ed il coltello sottoposto a sequestro. Ancora in corso gli accertamenti sulla sua situazione

Ha tentato di rapinare un barcone-ristorante sul lungotevere Arnaldo da Brescia (Roma) ma è finito in manette, il giovane pregiudicato afghano protagonista della vicenda.

Il fatto si è verificato nella giornata di oggi, quando un ragazzo armato di coltello si è introdotto all’interno del locale galleggiante ed ha aggredito un dipendente. Brandendo l’arma dinanzi a sé, l’extracomunitario ha minacciato quest’ultimo, intimandogli di consegnare tutto il denaro dell’attività.

La vittima, tuttavia, ha iniziato subito a gridare ed a chiedere aiuto, attirando così l’attenzione degli altri dipendenti presenti a bordo in quel momento, i quali hanno immediatamente allertato le forze dell’ordine prima di correre in soccorso del collega.

In breve sul posto sono sopraggiunte a sirene spiegate alcune volanti del commissariato Trevi, che hanno sbarrato la strada ad un eventuale tentativo di fuga del malvivente. Una volta saliti a bordo, gli agenti sono riusciti a disarmare ed immobilizzare l’aggressore, facendo scattare le manette ai suoi polsi.

Si tratta di un ragazzo di nazionalità afghana di 23 anni, già noto alle forze dell’ordine. Lo straniero è stato tradotto negli uffici del commissariato Trevi ed in quelli della questura di Roma per ulteriori accertamenti, non ancora resi noti. Per lui l’accusa è quella di tentata rapina aggravata.

Tags

Commenti

Commenta anche tu