Roma, un autovelox su due non funziona: sicurezza a rischio sulle strade

Roma, un autovelox su due non funziona: sicurezza a rischio sulle strade
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
8 Ottobre Ott 2018 08 ottobre 2018

Pochi autovelox sulle strade di Roma e la metà sono guasti: meno sicurezza e incassi dimezzati per il Comune. L'allarme dei vigili: "Indispensabili per limitare il numero di incidenti"

Cinque milioni in più all’anno dalle multe comminate con l'ausilio degli autovelox a chi non rispetta i limiti di velocità: era questo l’obiettivo messo nero su bianco dal Campidoglio nel bilancio previsionale del 2018.

Qualcosa però, stando ai dati pubblicati dal Messaggero, è andato storto. E sulle multe per eccesso di velocità l’amministrazione è stata costretta a fare marcia indietro. La colpa è proprio degli autovelox, che nella migliore delle ipotesi sono guasti, e nella peggiore non sono neppure arrivati sulle strade della Capitale. La giunta Raggi puntava, infatti, ad accrescere del 50 per centro il numero delle sanzioni spiccate attraverso queste apparecchiature. Ma la realtà è che per controllare la velocità delle auto che circolano sulle strade romane ci sono soltanto 27 dispositivi, che molto spesso sono guasti.

Dei rinforzi previsti nell’assestamento di bilancio dell’estate scorsa non c’è traccia, come per ora non c’è traccia neppure dei soldi che servirebbero a far funzionare di nuovo quelli rotti. Per questo a fronte di 42.464 sanzioni elevate nel 2017, ce ne sono soltanto 36mila nello stesso periodo del 2018: circa il 15% in meno. Automobilisti più disciplinati? Non si direbbe vista l’ecatombe che si consuma ogni giorno sulle strade romane, dove ormai si è raggiunta la triste media di un morto ogni tre giorni e di 74 incidenti quotidiani.

A lanciare un ulteriore allarme nei mesi estivi era stato il comando dei vigili urbani, indicando proprio negli autovelox uno degli strumenti “indispensabili” per limitare il numero di incidenti e alzare i livelli di sicurezza sulle strade della città. Per sistemare i 16 apparecchi fuori uso dei 27 in servizio sulle arterie della viabilità capitolina, secondo le stime della Polizia Locale, ci vogliono quasi 36mila euro. E in attesa che arrivino i fondi i vigili hanno già individuato le aree più a rischio in cui installare gli apparecchi. Tra le strade interessate ci saranno molte vie a scorrimento veloce dei quartieri Eur, Appio-Tuscolano, Ostia, Primavalle e del quadrante nord della Capitale.

Tags

Commenti

Commenta anche tu