Moggi sibillino: "Come si ferma la Juventus? Con un'altra Calciopoli"

Moggi sibillino: Come si ferma la Juventus? Con un'altra Calciopoli
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
10 Ottobre Ott 2018 10 ottobre 2018

L'ex direttore generale della Juventus Luciano Moggi ha espresso il suo parere sullo strapotere dei bianconeri in Serie A, dato che vincono lo Scudetto da sette anni consecutivi: "Come si può fermare la Juve attuale? Con un’altra Calciopoli"

Inter e Juventus si stanno ormai attaccando da oltre dodici anni per Calciopoli, una delle pagine più nere, se non la più nera, della storia del calcio italiano. Negli ultimi giorni, però, le parti sembrano aver disteso gli animi con il Presidente della Juventus Andrea Agnelli che ha teso la mano all'ex numero uno dell'Inter Massimo Moratti per la presidenza della Figc. L'ex patron nerazzurro, tra l'altro, nella giornata di ieri, durante la trasmissione Maracanà, su RMC Sport, ha commento così il tema Calciopoli: "E' stata una cosa molto carina e al tempo stesso molto coraggiosa da parte sua. Perché si trattava di una scelta che avrebbe rischiato di generare un notevole disaccordo da parte dei tifosi della Juventus. Invece, a parer mio, è stato un modo molto simpatico di provare a cancellare le ruggini relative a Calciopoli. Rimane la vicenda, ma non il rancore”.

in realtà, i tifosi delle due squadre non sono molto d'accordo con questa sorta di "armistizio" lanciato dalla coppia Agnelli-Moratti e a conferma di questa cosa ci ha pensato anche Luciano Moggi, ex direttore generale della Juventus coinvolto in prima persona con Calcipoli, ha voluto calcare la mano con il suo editoriale su liberoquotidiano.it: "Il nostro era considerato il campionato più bello del mondo. Ma, come tutte le cose belle di cui nessuno vorrebbe fare più a meno, anche la serie A perse la sua essenza, subendo poi uno stop repentino a partire dal 2006. La Juve si è impegnata a riportare il campionato in auge, vincendo tra l’altro ben sette scudetti di fila. Non contenta dei successi ha voluto adesso uno dei migliori giocatori al mondo, Ronaldo, per ridare al torneo la visibilità di un tempo, quando i campioni stranieri facevano a gara per venire da noi". Moggi ha poi concluso con una frase sibillina: "Come si può fermare la Juve attuale? Con un’altra Calciopoli".

Tags

Commenti

Commenta anche tu