Cancro: cibi dannosi e cibi salutari

Cancro: cibi dannosi e cibi salutari
11 Ottobre Ott 2018 12 giorni fa

Appurata da tempo la correlazione tra cibo e salute, secondo molti studi alcuni alimenti svolgerebbero un ruolo dannoso per il corpo, mentre altri di forte prevenzione contro il cancro

Il cibo svolge un ruolo importante per la salute del corpo umano: molti gli studi pronti a evidenziare la correlazione tra alimentazione e rischio tumorale. Una dieta varia, ricca di fibre e tendenzialmente mediterranea risulterebbe protettiva, svolgendo una compito di pura prevenzione contro malattie e cancro. Altri cibi, invece, ne aumenterebbero il rischio. Lucilla Titta, nutrizionista e coordinatrice del Progetto SmartFood dell’Istituto Europeo di Oncologia di Milano e autrice, insieme alla giornalista Eliana Liotta, del libro "La dieta smartfood", ha sottolineato questo equilibrio tra cibo e salute, come riporta un'intervista del Corriere della Sera. La lista di cibo vietati e di prodotti benefici è vasta e piuttosto ricca,:tenere a mente quelli che sono gli amici o i nemici della salute è importante per condurre un'esistenza benefica, lunga ed equilibrata. Tra i prodotti vietati, di cui si è riscontrata una correlazione con lo sviluppo dei tumori, è possibile individuare questi alimenti:

  • Prodotti da forno e raffinati: sono i cibi più comuni e diffusi, spesso confezionati e di facile consumazione, come pane, grissini, merendine, gelati, biscotti, dove è marcata l'assenza di fibre come quella di acqua. L'utilizzo elevato di sali e grassi può aumentare il peso corporeo, causando obesità e aumento i livelli di glucosio, con un'alta probabilità di sviluppare forme tumorali. Meglio scegliere articoli e alimenti di natura integrale e quindi ricchi di fibre;
  • Cane rossa: il tumore al colon trova una correlazione diretta con il consumo eccesivo di carne rossa e di insaccati, secondo alcuni studi il grasso contenuto inciderebbe sulla flora batterica intestinale favorendo lo sviluppo della forma tumorale;
  • Bevande alcoliche e zuccherine: liquidi e bevande dolci gassate, tè freddo e succhi di frutta possono favorire un aumento di peso e di grasso corporeo. L'alto apporto calorico, legato all'incapacità di saziare il corpo, spinge a un consumo elevato ed eccessivo. Gli stessi alcolici possono favorire le forme cancerogene, oltre al rischio di sviluppare dipendenze, perché altamente calorici e disidratanti;
  • Sale: un prodotto contenuto in moltissimi alimenti confezionati, quindi di facile consumo, che può impattare negativamente sul benessere personale. A confermare questo collegamento dannoso è il Fondo Mondiale per la Ricerca sul Cancro, che avrebbe evidenziato un collegamento diretto tra tumore allo stomaco e consumo di sale. Meglio preferire spezie e aromi, più salutari e utili per insaporire il cibo.

Non solo prodotti pericolosi, perché l'alimentazione - in particolare la dieta meditarranea - può essere un toccasana contro le malattie più pericolose. La regola principale, come sempre, è la moderazione nei confronti dei prodotti più dannosi, lasciando spazio a quei cibi considerati utili per la prevenzione.

  • Caffé: una tazza al giorno ridurrebbe del 15% la possibilità di sviluppare il cancro al fegato, con effetti benefici anche contro il carcinoma alla prostata, grazie alla presenza della caffeina e dei polifenoli;
  • Pomodoro: non solo pomodoro ma anche carote, peperoni dolci e piccanti, zucca, anguria, albicocche, ovvero una ricarica di carotenoidi utili contro la formazione del tumore al polmone. Il merito sarebbe da attribuire alla presenza dell’alfacarotene e del licopene, benefici per le vie respiratorie;
  • Aglio: cibo saporito e incisivo, risulterebbe un toccasana contro il cancro al retto, grazie alla presenza benefica dell’allicina, un composto solforato presente nell'alimento;
  • Cereali: 25 grammi di fibre integrali al giorno proteggerebbero il corpo e il colon dalle forme tumorali. Pane e pasta integrali o cereali in chicco, ottimi e utilissimi per un buon apporto di fibra alimentare, in grado di ripulire l'intestino e di offrire al corpo vitamine e sali minerali;
  • Verdura: non ci sono limiti al consumo della verdura, la sua fibra alimentare è altamente benefica per la flora betterica e per la salute del colon, oltre che quella del cuore. Idrata, nutre, permettendo di diminuire l'assorbimento di grassi, zuccheri e colesterolo;
  • Latte: ricco di calcio e quindi utile per le ossa ma anche per la pulizia del colon, svolge un'azione preventiva contro le formazioni tumorali.

Gli studi puntano l'attenzione anche nei confronti delle tempistiche e sulla tipologia di cottura: ad esempio i carotenoidi, con l'aggiunta di olio extravergine di oliva, garantiscono benefici se cotti a lungo. Mentre la cottura della carne favorisce la formazione di sostanze con attività cancerogene come amine eterocicliche (HCAs), idrocarburi policiclici aromatici (IPA) e composti N-nitrosi (NOC).

Tags

Commenti

Commenta anche tu