Cristiano Ronaldo alza la voce: pronto a testimoniare sul caso Mayorga

Cristiano Ronaldo alza la voce: pronto a testimoniare sul caso Mayorga
12 Ottobre Ott 2018 11 giorni fa

CR7 avrebbe rotto gli indugi ed è pronto a mettersi a disposizione delle autorità statunitensi per essere interrogato su quanto avvenne con Kathryn Mayorga a Las Vegas nel 2009

La querelle sul presunto stupro di Cristiano Ronaldo ai danni di Kathryn Mayorga si sta facendo sempre più torbida e scomoda per il fuoriclasse portoghese della Juventus, investito come un uragano da un'accusa molto grave. Il 33enne di Funchal per ora si è rinchiuso nel silenzio, anche se durante una diretta Instagram con i tifosi bianconeri ha dichiarato: "Falso, notizie false. Vogliono farsi pubblicità col mio nome, è una conseguenza del mio lavoro. sono un uomo felice, va tutto bene''.

L'avvocato statunitense di Cristiano Ronaldo ha dettato la linea difensiva ed ha anche affermato come i documenti siano stati manipolati: "Il rapporto fu consensuale, l'accordo con la Mayorga non fu un ammissione di colpa. Ronaldo in quell'occasione si è limitato a seguire i consigli dei suoi rappresentanti, per mettere fine a delle accuse oltraggiose. I documenti che contengono presunte dichiarazioni di Cristiano, riportati dai media, sono pure invenzioni".

Dopo tanti giorni di silenzio, però, l'ex fuoriclasse di Real Madrid e Manchester United avrebbe deciso di testimoniare per mettere fine a questa storia che sta infangando la sua immagine pubblica. Secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport, infatti, il classe '85' avrebbe dato disponibilità a rispondere alle domande dei poliziotti di Las Vegas e questa notizia arriverebbe direttamente dal Portogallo. L'interrogatorio si dovrebbe svolgere in videoconferenza dall’Italia. La "battaglia legale" è appena cominciata ma ora è lo stesso giocatore della Juventus a voler scendere in campo per difendersi dalle pesantissime accuse contro di lui.

Tags

Commenti

Commenta anche tu