I gatti elisir per il cuore e l’umore

I gatti elisir per il cuore e l’umore
12 Ottobre Ott 2018 6 giorni fa

I gatti sono dei veri e propri elisir di benessere e ottimismo. Contrastano la depressione e la solitudine. Allungano la vita dei pazienti cardiopatici. Notevoli sono gli effetti benefici sulla nostra salute

I gatti possono migliorare la nostra vita. Alzasse la mano chi non si è mai lasciato ammaliare dal ronfamento delle fusa di un gatto! Contrariamente a quello che si dice rispetto ai cani, anche i gatti possono rivelarsi dei veri e propri amici e alleati dell’uomo.

Le numerose recenti ricerche scientifiche hanno dimostrato che avere un gatto in casa allunga la vita perché apporta tanti benefici sulla nostra salute. A godere di una buona salute grazie agli amici felini ci sono soprattutto i cardiopatici. A confermare il miglioramento dei pazienti con patologie legate al cuore vi è la Fondazione Iseni e il Centro Cuore, specializzate nella diagnosi e cura delle malattie cardiovascolari operanti nella provincia di Varese Il direttore del Centro Cuore della Fondazione Iseni, Andrea Macchi ha sostenuto l’avviamento delle campagne di promozione della Pet Therapy con l’inclusione dei gatti. Accarezzare un gatto abbassa la pressione sanguigna.

A dimostrarlo un gruppo di ricercatori della University of Minnesota, in uno studio presentato al congresso dell’American Stroke Association a New Orleans. Secondo lo studio effettuato su un campione di circa 4500 adulti tra i 30 e i 75 anni, possedere un gatto riduce addirittura del 40% il rischio di infarto fatale e di ictus. Le fusa del gatto, inoltre, consentono di ridurre il battito cardiaco e di aumentare la produzione di ossitocina, l’ormone della felicità. Esse sono un immediato riscontro delle attenzioni rivolte all’animale e rilassano in modo naturale anche il paziente. A differenza del cane, la difficoltà del gatto a fidarsi ed affidarsi all’essere umano stimola in quest’ultimo l’autocontrollo e l’impegno prolungato nella relazione con il cucciolo.

Andrea Macchi è moto ottimista nei confronti della diffusione della Pet Therapy con i gatti. La Fondazione Iseni ha avviato dei protocolli di intesa con alcuni gattili del territorio di Varese. Grazie a questi protocolli la Fondazione e i volontari dei gattili proporranno a chi soffre di patologie cardiovascolari l’adozione di un cucciolo di gatto. È questa una campagna di promozione e sensibilizzazione che apporta un duplice vantaggio. Da una parte mira a prolungare la vita dei cardiopatici. Dall’altra parte consente a tanti gatti abbandonati di trovare rifugio, affetto e cure appropriate che saranno ben ripagate.

Tags

Commenti

Commenta anche tu