Melania Trump e il movimento #Metoo: “Ci vogliono prove schiaccianti”

Melania Trump e il movimento #Metoo: “Ci vogliono prove schiaccianti”
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
12 Ottobre Ott 2018 12 ottobre 2018

Sul movimento del #Metoo scende in campo anche la first lady Melania Trump che esprime i suoi dubbi e le incertezze in una recente intervista

In America non si parla d’altro negli ultimi mesi. Il movimento del #Metoo a sostegno contro la violenza sulle donne, nato dopo il caso Weinstein, continua a far rumore. Ultimamente anche Melania Trump, la First Lady e moglie del Presidente Donald Trump, ha espresso il suo parere in merito alle accuse che hanno sconvolto il mondo del cinema e anche quello della politica.

L’intervista in questione fa riferimento ad un intervento di Melania Trump rilasciato alla trasmissione ABC News, in cui oltre a discutere del suo viaggio in Kenya, si è affrontato l’argomento violenze sessuali alla luce di quanto è successo tra i ranghi della Corte Suprema americana. “Le donne devono essere ascoltate, io le sostengo” afferma la First Lady, “però c’è bisogno di prove schiaccianti. Se accusi un uomo devi portare le prove della violenza” continua.“Sono dalla parte delle donne, ma non puoi dire di essere stata violentata se non riesci a provare la violenza subita. Credo che a volte è anche colpa dei media se la situazione ha perso il controllo

In merito al terremoto che ha scosso, di nuovo, l’amministrazione Trump dopo le accuse ai danni di Brett Kavanaugh, giudice della Corte Suprema mosse da Christine Ford, la First Lady afferma: “è triste vedere che molte organizzazioni a difesa delle donne non scelgono di avere il mio sostegno. Scelgono altri ma non me” conclude.

Il movimento del #Metoo sta cambiando, non c’è più paura di denunciare una violenza, ma come ha affermato la stessa Melania Trump, le accuse non bastano, ci vogliono prove per confutare ogni cosa. La caccia alle streghe continua inesorabile, chi sarà la prossima vittima?

Tags

Commenti

Commenta anche tu