Più aree pedonali in piazzale Lavater Ciclabile da Piola a Porta Venezia

Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
12 Ottobre Ott 2018 12 ottobre 2018

Maran e Granelli presentano il restyling da 3,4 milioni sull'area

Chiara Campo

Il tema è caldo, per consentire al maggior numero di persone di partecipare il Consiglio del Municipio 3 ieri si è riunito presso la scuola «Stoppani». Gli assessori alla Mobilità Marco Granelli e all'Urbanistica Pierfrancesco Maran hanno presentato il progetto di riqualificazione di piazzale Lavater e la messa in sicurezza dell'incrocio a rischio con via Ramazzini. L'attraversamento pedonale è in posizione non idonea, eccessivamente lungo e con scarsa visibilità reciproca tra veicoli e pedoni. Già entro l'anno, in attesa del restyling, verrà adottata una soluzione provvisoria, restringendo la carreggiata nel punto in cui via Ramazzini imbocca Lavater. Un dissuasore dividerà il traffico tra chi svolta a destra in via Stoppani e chi entra nella piazza e l'attraversamento sarà spostato in posizione di maggiore visibilità. Il progetto di riqualificazione prevede un sistema ciclabile protetto da piazza Piola a piazzale Bacone fino a Lavater. Nel piazzale saranno ampliate le aree pedonali (da 3.097 metri quadri a 4.685, ossia 1.588 mq in più), verranno piantati sei nuovi alberi salendo a 40 e l'asfalto che oggi icopre tutta l'area rimarrà solo su 210 mq di spazio, il resto della pavimentazione sarà in cubetti di beola (2.929 mq), lastre di beola (1.658 mq) e calcestre (974 mq). Si perderanno 13 posti auto (da 78 a 65). I lavori di arredo ammontano a 1,3 milioni e si sommano 2,1 per dare continuità alla ciclabile da Bacone a Piola e da Paracelso a via Donatello con rimozione dei binari dismessi su via Paracelso. Maran e Granelli riassumono la linea: «Priorità a ciclisti e pedoni, più aree pedonali, riordino della sosta e della viabilità, con la creazione del percorso ciclopedonale da Piola a Porta Venezia».

Commenti

Commenta anche tu