Puglia, a rischio le grotte Montenero-Dellisanti a Minervino Murge

Puglia, a rischio le grotte Montenero-Dellisanti a Minervino Murge
12 Ottobre Ott 2018 11 giorni fa

Interrogazione della senatrice De Petris, si tratta di un'area risalente tra i 35 e i 50 milioni di anni fa

Si tratta di un sito carsico scoperto nel 2005. Il suo valore naturale è notevole per la presenza di forme epigee e ipogee, ma dopo la scoperta è stato abbandonato. Parliamo delle grotte Montenero-Dellisanti, a Minervino Murge nella provincia Bat (Barletta- Andria-Trani) in Puglia. Un caso diventato oggetto di interrogazione parlamentare.

A presentarla la senatrice Loredana De Petris presidente del gruppo misto (Liberi e Uguali) al Senato. La parlamentare si è rivolta al ministro dell’Ambiente.

De Petris ha presentato pure una interrogazione al Ministro di Grazia e Giustizia in merito alla grave situazione delle grotte e allo sversamento dei rifiuti nella zona. Si chiede al titolare dell’Ambiente se informare l'Ufficio europeo per la lotta antifrode circa le quote dei fondi ricevuti dalla Regione Puglia per la Rete Natura 2000 (dove ricade il sito della cava). Fondi non utilizzati per la tutela dell'area.

Furono battezzate le “nuove grotte di Castellana”, subito abbandonate a se stesse al contrario delle vere grotte di Castellana che invece sono un grande punto di attrattività turistica. Eppure quelle di Montenero-Dellisanti sono grotte con movimenti tettonici di 35, forse 50 milioni di anni fa. Attraverso il loro studio si potrebbe riscrivere la storia geologica della Puglia.

Tags

Commenti

Commenta anche tu