Stuprata nel centro migranti: tunisino in stato di fermo

Stuprata nel centro migranti: tunisino in stato di fermo
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
12 Ottobre Ott 2018 12 ottobre 2018

38enne di origini slovacche picchiata, stuprata e sequestrata all'interno di una tenda del centro migranti transitanti di Baobab Experience a Roma.

Una donna slovacca di 38 anni ha denunciato alla polizia lo stupro, le percosse ed il sequestro subito presso il presidio di accoglienza dei migranti transitanti di Baobab Experience, nella zona della stazione Tiburtina di Roma, avvenuto secondo le dichiarazioni della donna, tra lunedì 8 e martedì 9 Ottobre. La slovacca infatti, anch’essa ospite in una tenda di piazzale Maslax ,ha raccontato alle forze dell’ordine di essere stata invitata all’interno di un’altra tenda da un ragazzo arabo e di aver bevuto degli alcolici insieme a lui.

Alla fine il tunisino ha abusato sessualmente di lei e quando la donna ha cercato di scappare l’ha picchiata e costretta a rimanere nella tenda per tutta la notte.

Solo il giorno dopo, grazie alla scusa di dover espletate i propri bisogni personali, la vittima è riuscita ad uscire dal luogo del sequestro e quindi a denunciare quanto accaduto alla polizia.

Il cittadino tunisino denunciato è un 20enne già conosciuto alle forze dell'ordine e gravato dal divieto di dimora nel Comune di Roma, ora è stato sottoposto a fermo nel carcere Regina Coeli.

La vittima invece è stata accompagnata al percorso di recupero delle donne vittime di violenza, presso l'ospedale San Giovanni Addolorata.

Tags

Commenti

Commenta anche tu