Milano, 50enne pedina minore e si masturba in ascensore dinanzi a lei

Milano, 50enne pedina minore e si masturba in ascensore dinanzi a lei
13 Ottobre Ott 2018 10 giorni fa

L’uomo, che aveva già un precedente per violenza sessuale ai danni di una minorenne, datato 15 anni fa, è stato sottoposto a obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria durante gli orari di uscita dalle scuole

La squadra mobile di Milano ha fermato un maniaco di 50 anni con l’accusa di corruzione di minore, in seguito ad uno squallido episodio emerso nelle scorse ore ma relativo al mese di settembre.

L’uomo ha infatti pedinato la sua vittima, una ragazzina di 14 anni, dall’uscita di scuola fino a casa, per poi entrare insieme a lei all’interno di un ascensore. Il racconto fornito dall’adolescente agli inquirenti, trova la conferma anche dalle immagini di alcune telecamere di sicurezza collocate lungo il tragitto percorso.

Una volta raggiunta la giovane nell’ascensore, il 50enne ne avrebbe arrestato la corsa prima che questo arrivasse al piano selezionato. A questo punto l’uomo si sarebbe abbassato i pantaloni ed avrebbe iniziato a masturbarsi davanti agli occhi terrorizzati della minorenne. L’arrivo improvviso e casuale di un condòmino ha messo fine alle molestie del pedofilo che, impaurito, si sarebbe dato immediatamente alla fuga.

Giunta in casa, la 14enne ha raccontato l’accaduto ai genitori, i quali hanno contattato le forze dell’ordine per sporgere denuncia. Il colpevole, identificato ed individuato in breve dagli inquirenti, aveva già un precedente per violenza sessuale, commesso ai danni di una minorenne 15 anni fa.

Gli agenti che hanno eseguito il fermo hanno riferito di essersi trovati davanti ad un soggetto insospettabile, “un libero professionista distinto”, come riportato da “Il Giorno”. Il 50enne è stato sottoposto alla misura cautelare di presentazione alla polizia giudiziaria in concomitanza con gli orari di uscita delle scuole. Non è escluso infatti che episodi del genere fossero frequenti e che si corresse il rischio concreto di recidive.

Tags

Commenti

Commenta anche tu