"Fobia del Lunedì”: come affrontarla

Fobia del Lunedì”: come affrontarla
15 Ottobre Ott 2018 15 ottobre 2018

Il lunedì è il giorno più odiato e temuto della settimana. Questo odio genera una fobia che si manifesta con ansia, insonnia, irritabilità e scarsa concentrazione. Ad esserne affetti sono sia gli adulti che i giovani studenti. Ecco le strategie utili per affrontare efficacemente la “fobia del lunedì”

Il lunedì è stato sempre considerato un ”tormento”, “un giorno da incubo” per tante persone.

Alzasse la mano chi non ha mai maledetto questo giorno!?Chi non si è mai ritrovato a trascinarsi di malumore verso l’ufficio, con il morale a terra e uno stato cronico di apatia dopo un weekend!? Lo stato d’animo di angoscia, apatia, depressione, svogliatezza che ci accompagna subito dopo il rientro dal weekend è tipico di quella che i psicologi definiscono “sindrome del lunedì” o “fobia del lunedì”.

La “fobia del lunedì” colpisce sia gli adulti che i giovani studenti. E’ una conseguenza dello stile di vita sempre più frenetico e competitivo. Secondo un’indagine pubblicata da Monster, i lavoratori che più soffrono di questa sindrome sono gli americani (72,6%), i britannici (72%) e gli ungheresi (56%). I lavoratori più sereni invece sono gli spagnoli, i danesi e i norvegesi.

La fobia è legata all’insoddisfazione e alla frustrazione che si percepisce nell’ambiente lavorativo che ce lo rende insopportabile e altamente stressante. Comincia a manifestarsi già la domenica pomeriggio soprattutto per chi soffre di ansia. Prevede stati di agitazione, angoscia, difficoltà di concentrazione, insonnia, apatia, tensione muscolare, aumento della pressione sanguigna. E’ generata dal jet lag tipico del weekend in cui tendiamo a cambiare i nostri ritmi vitali. Nel weekend infatti si mangia e si dorme in orari diversi, si fanno le ore piccole, si mangiano piatti elaborati, si assume alcol. Durante il weekend tutto rallenta e ci si dedica alle attività piacevoli e alla famiglia che inevitabilmente il lunedì mattina svaniscono dalla realtà.

Ecco delle strategie utili per prevenire la "fobia del lunedì" e cominciare la settimana con più grinta e vitalità:

1) Massima organizzazione già dal venerdì: programmare le attività che svolgerete durante la prossima settimana il lunedì sera in modo da avere un quadro completo della situazione quando il lunedì tornate al lavoro;

2) Evitare di stravolgere le vostre abitudini nel weekend: per non subire troppo l’effetto jet lag da weekend cercate mantenere un ritmo sonno- veglia costante. Evitate di addormentarvi all’alba tra il sabato e la domenica e dormire tanto il giorno successivo;

3) Fare attività piacevoli durante il weekend: non portatevi il lavoro da svolgere a casa nel weekend ma dedicate il sabato e la domenica ad attività piacevoli come fare sport per scaricare la tensione, leggere un libro per rilassarvi. Distrarre la mente vi farà sentire rigenerati;

4) Programmare attività semplici e piacevoli per il lunedì: cominciate la settimana con attività che non richiedono troppa concentrazione. Fissate le attività più difficili nei giorni a seguire quando i vostri ritmi si saranno normalizzati;

5) Fare delle pause rigeneranti durante la giornata lavorativa: concedetevi momenti di relax per bere un caffè o uscire dall’ufficio dieci minuti ogni due ore. Vi permetterà di ricaricarvi ed essere più produttivi.

Tags

Commenti

Commenta anche tu