Moto, cambia l'esame per la patente A: ecco le nuove prove

Moto, cambia l'esame per la patente A: ecco le nuove prove
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
19 Ottobre Ott 2018 19 ottobre 2018

Previsti due nuovi circuiti con birilli in cui dovrà assere valutata la capacità di rimanere in equilibrio e la prontezza di riflessi

Per i futuri motociclisti, ottenere la patente si fa più complicato. Come scrive Il Messaggero, cambia la prova pratica per la patente A. Il nuovo esame per A1, A2 e A prevede sempre la stessa prova teorica, ma la prova pratica raddoppia. Ci sono due circuiti nuovi. E solo dopo ci sarà il tradizionale giro su strada.

I circuiti con i birilli cambiano. Il primo servirà a valutare l'equilibrio del centauro e serviranno almeno 15 secondi per superarlo. Obiettivo, far vedere che tra slalom e rettilineo si riesce a rimanere in equilibrio a velocità basse. Poi, si passa all'altro circuito, quello veloce. Si chiede un massimo di 25 secondi e soprattutto la capacità di frenare per evitare un ostacolo e in uno spazio limitato. Tutto con una media di 50 km orari.

Paolo Colangeli, presidente della Confederazione autoscuole riunite e consulenti automobilistici ha detto che "si tratta di una prova che risponde alla normativa europea". "Abbiamo ripreso il modello adottato in Spagna, - continua Colangeli -dove stanno diminuendo gli incidenti sulle due ruote. Cerchiamo di fare tanta prevenzione tra i giovani, anche consigliando loro il giusto abbigliamento per montare in moto". E infatti, nella prova bisognerà anche indossare il para-schiena, il casco integrale, ginocchiere e i paragomiti.

Tags

Commenti

Commenta anche tu