Pasta, l'Italia domina sempre il mercato

Pasta, l'Italia domina sempre il mercato
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
24 Ottobre Ott 2018 24 ottobre 2018

La pasta fa da volano per l'economia: è quanto afferma l'Aidepi alla vigilia del World Pasta Day che si svolgerà domani a Dubai per il suo ventesimo anno

La pasta non è solo un simbolo dell’italianità nel mondo ma un capitolo importante dell’economia.

I dati del mercato parlano chiaro. Alla vigilia del ventesimo World Pasta Day che si svolge domani a Dubai, l'Associazione delle industrie del Dolce e della Pasta Italiane (Aidepi) ha rilasciato dei dati illuminanti su produzione e consumi. In un ventennio, l’esportazione della pasta realizzata nel Belpaese è infatti passata da 740.000 a 2 milioni di tonnellate in 200 Paesi.

Nel 2018 nelle quattro nazioni che importano di più pasta italiana - in ordine Germania, Regno Unito, Francia e Stati Uniti - la crescita media delle esportazioni è stata del +8%, con punte del'11% all’ombra della Tour Eiffel. Ma le importazioni di pasta crescono anche moltissimo in Olanda, Polonia, Arabia Saudita, Australia, Corea del Sud e Ecuador. Senza dimenticare l'incremento del 72,5% della Russia nei primi 7 mesi di quest’anno.

In un certo senso, è anche l’offerta che agevola queste esportazioni: la pasta è oggi alla portata di tutti i palati - anche quelli che hanno abbracciato particolari scelte alimentari o soffrono di intolleranze e allergie, tanto che esiste in versione integrale, bio, senza glutine e così via. Anche se alla fine, la pasta maggiormente consumata è quella in semola di grano duro - soprattutto gli spaghetti.

In un mercato sempre più competitivo, con nuovi e più aggressivi concorrenti - dice Luigi Cristiano Laurenza, segretario generale di Aidepi - possiamo vincere solo puntando sulla qualità, anche perché la pasta italiana fa da volano ad altri comparti chiave del Made in Italy, come olio, formaggio e pomodoro. […] Festeggeremo questo prodotto straordinario anche a Dubai, dove il World Pasta Day sarà l'occasione per presentarlo al mercato asiatico e mediorientale come il cibo perfetto per tutti, vero e proprio alimento del futuro, che unisce al gusto e convivialità anche un approccio al cibo nel segno del benessere e della sostenibilità".

Ma intanto, quanta pasta mangiano gli italiani? In tutto lo Stivale, si consumano 23 chili di pasta pro capite all’anno - il 99% degli italiani infatti la porta in tavola circa 5 volte alla settimana.

Tags

Commenti

Commenta anche tu