Cancro all'intestino: l'olio extravergine d'oliva lo previene

Cancro all'intestino: l'olio extravergine d'oliva lo previene
2 Novembre Nov 2018 15 giorni fa

Ricco di acidi grassi essenziali, l'olio di oliva - se consumato correttamente - previene il cancro dell'intestino

L'olio extravergine d'oliva è un vero e proprio elisir di lunga vita, numerosi sono infatti i suoi effetti benefici. Ricca fonte di acidi grassi essenziali, è il miglior alleato nella prevenzione di malattie cronico degenerative. Inoltre, la sua utilità nel combattere lo stress ossidativo e la formazione di radicali liberi è ormai comprovata. Ma non è tutto. Da una recente ricerca condotta presso l'Università degli Studi di Bari - grazie alla collaborazione dell'Airc, l'Associazione italiana per la ricerca sul cancro - è emerso che l'olio d'oliva possiede la capacità di proteggere il nostro organismo dall'insorgenza del tumore all'intestino.

Durante lo studio i ricercatori, inattivando il gene che codifica per SCD1, hanno dimostrato che l'assenza dalla dieta di acido oleico - di cui è ricco l'olio extravergine - e la ridotta produzione endogena ad opera di questo enzima, comporta in un primo momento uno stato di infiammazione. Lo stesso potrebbe poi evolvere in un cancro dell'intestino.

Antonio Moschetta, coordinatore della ricerca e autore del libro "Il tuo metabolismo", spiega:

"L'olio extravergine di oliva è ricco di acido oleico, una sostanza in grado di regolare la proliferazione cellulare. In studi preclinici abbiamo potuto simulare geni alterati e stati di infiammazione intestinale, dimostrando che la somministrazione di una dieta arricchita di acido oleico è in grado di garantire notevoli benefici per la salute. Tali effetti positivi sembrano essere dovuti anche alla presenza dell'enzima SCD1 nell'epitelio intestinale che funziona quale principale regolatore della produzione di acido oleico nel nostro corpo".

Non si deve tuttavia eccedere nel consumo. Per una dieta sana ed equilibrata, infatti, non vanno superate le dosi di tre cucchiai al giorno. Per quanto poi riguarda il modo di utilizzo, è preferibile assumerlo a crudo.

Tags

Commenti

Commenta anche tu