Come il cambiamento climatico influenza l’umore

Come il cambiamento climatico influenza l’umore
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
2 Novembre Nov 2018 02 novembre 2018

I cambiamenti climatici influenzano l’umore provocando nervosismo, insonnia, apatia. Ad essere affette da meteoropatia sono soprattutto le donne dai 20 ai 40 anni. Ecco i motivi e i rimedi a questa patologia

I cambiamenti climatici influenzano lo stato mentale delle persone. A confermarlo è uno studio americano condotto dal Massachusetts Institute of Technology.

I ricercatori hanno seguito l’andamento psicologico e psichiatrico di oltre due milioni di cittadini americani per ben dieci anni. Il loro stato psichico è stato messo in relazione con le oscillazioni del clima nelle aree in cui vivevano. È stato osservato quanto l’intensità delle precipitazioni dell’ultimo periodo abbia avuto incidenza sull’aumento degli sbalzi d’umore e degli stati depressivi.

La frequenza dell’irritabilità non aumenta solo quando piove ma anche quando si riscontra un aumento delle temperature. I mutamenti del clima influenzano maggiormente le persone sensibili e ansiose o che attraversano un periodo delicato e stressante della propria esistenza. Il clima può causare più di un semplice malumore. A livello fisico ci si sente privi di energia, spossati, con dolori articolari e muscolari, emicrania o cervicale.

Scientificamente questi sintomi sono legati alla minore o maggiore quantità di luce solare. La luce solare apporta benefici da non sottovalutare sul nostro organismo e soprattutto sull’umore. Quando è bel tempo e c’è il sole ci sentiamo più vitali, con tanta voglia di fare. Ad essere affetti da disturbi legati al clima in Europa Centrale sono soprattutto le donne nella fascia compresa tra i venti e i quaranta anni.

Per intervenire sulla meteoropatia si possono utilizzare dei rimedi naturali efficaci che possono ridurre l’irritabilità, la stanchezza psicofisica e l’insonnia. Innanzitutto si consiglia di seguire una dieta equilibrata che lascia spazio ai cibi e alimenti ricchi di serotonina. Ottimi i cibi capaci di aumentare le difese immunitarie. Da privilegiare sono il cioccolato fondente, la pasta, i legumi secchi, i cereali, gli ortaggi come la zucca e gli agrumi ricchi di vitamina C.

Perfette sono le tisane a base di erbe ad effetto rilassante e calmante come la melissa, il biancospino, la malva, la valeriana, il tè verde. Per ridurre l’impatto con le giornate uggiose e buie usate tende leggere in modo da illuminare meglio gli spazi in casa. Cercate di non isolarvi chiudendovi tra le quattro mura di casa. Pianificate passeggiate nella pausa pranzo e incontri con le amiche. Dedicatevi ad attività stimolanti come leggere, praticare yoga e pilates. Servono per avere la mente occupata e allontanare i pensieri negativi.

Tags

Commenti

Commenta anche tu