L’influenza è arrivata e già in molte regioni mancano i vaccini

L’influenza è arrivata e già in molte regioni mancano i vaccini
3 Novembre Nov 2018 14 giorni fa

Sono 125mila i casi segnalati fino a questo momento

L’influenza ha già colpito 125mila persone costringendole a letto. I più colpiti sono i bambini sotto i 4 anni. Il picco vero e proprio è atteso nel mese di gennaio. L’Istituto Superiore di Sanità ha diramato un bollettino con i dati della prima ondata di influenza. Sarebbero 1,17 casi per mille assistiti nella 43esima settimana del 2018, e la Regione maggiormente colpita sarebbe l’Abruzzo. Abbastanza nella norma i casi finora registrati. Anche se vi è un’incidenza particolarmente alta nei bambini tra 0 e 4 anni, a livello nazionale si parla di 2,36 casi su mille assistiti. Solo nell’ultima settimana sono stati 71mila gli italiani costretti a chiudersi in casa e si arriva a 125mila se si tengono conto le persone colpite da metà ottobre.

Il virologo Fabrizio Pregliasco ha fatto il punto della situazione “ci attendiamo una stagione di intensità media, molto meno dello scorso anno quando i casi furono otto milioni e mezzo. Quest’anno i virus saranno meno diffusivi” ha spiegato facendo riferimento all’andamento dell’epidemia in Australia e Nuova Zelanda, nell’emisfero sud , dove i virus arrivano prima rispetto a noi. “Abbiamo già 250mila italiani colpiti da virus para-influenzali, ma l’influenza vera e propria colpirà in grandi numeri da dicembre” ha aggiunto Pregliasco. Lombardia, Sicilia e Abruzzo sono al momento le regioni maggiormente colpite. Chiudono la classifica Emilia Romagna e Liguria. Nonostante la media intensità prevista del virus, saranno circa 5 milioni gli italiani che saranno costretti a mettersi a letto. Ancora poco usati i vaccini, infatti solo il 14% ne farebbe uso e il 60% non si sarebbe mai vaccinato. Anche per questo motivo il virus ha facile espansione. In molte zone d’Italia vi sarebbero notevoli ritardi nelle consegne dei vaccini ai medici di famiglia. Questi infatti avrebbero dovuto ricevere le scorte già da metà ottobre. In molte aree però non sono ancora arrivate e sembra che la distribuzione avverrà tra circa una decina di giorni. Insomma, l’influenza è quasi alle porte ed è già caos vaccini.

Tags

Commenti

Commenta anche tu