Pisa, si siede sui gradini per protesta: multato ex assessore

Pisa, si siede sui gradini per protesta: multato ex assessore
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
5 Novembre Nov 2018 05 novembre 2018

A Pisa un'ordinanza vieta di sedersi sui gradini delle chiese. L'uomo ha ricevuto una multa da 100 euro

Si è seduto sui gradini vicino a una chiesa e ha ricevuto una multa da 100 euro. È successo in Piazza dei Cavalieri a Pisa, dove Dario Danti, insegnante ed ex assessore, ha messo in atto una protesta contro l'ordinanza del Comune, a suo parere ingiusta.

L'ordinanza in questione, che vieta di sedersi sui gradini delle chiese, è stata emessa per cercare di combattere il degrado e la criminalità presente in città. Ma l'ex assessore non condivide il provvedimento, ritenendolo "semplicemente ridicolo", e per mostrare il suo disappunto ha intrapreso"un atto politico".

Una pattuglia di vigili urbani, che ha notato l'uomo seduto in piazza, lo avrebbero invitato ad alzarsi, ma lui si sarebbe rifiutato, secondo quanto ha raccontato lo stesso Danti a Pisa Today. Le forze dell'ordine hanno quindi fatto il verbale all'ex assessore, che ha fatto aggiungere le proprie dichiarazioni in merito, poi pubblicate sul suo profilo Facebook:"Un tempo questa piazza era vissuta, adesso con l'acqua e il sapone si rischia di scivolare".

Il riferimento all'acqua e sapone rimanda alle operazioni di pulizia della piazza di Pisa: spesso sul posto sono presenti idropulitrici, azionate, a detta di Danti, come deterrente per non far sedere le persone sui gradini.

Alla protesta ha risposto l'assessore ai lavori pubblici, Raffaele Latrofa: "Non sono un insegnante, ma se lo fosse insegnerei ai miei allievi il rispetto delle regole e, quando non mi piacciono, insegnerei che esisrono strumenti democratici per provare, con fatica, a modificarle. Infrangerle mai". Ma secondo l'ex assessore anche "la disobbedienza ha portato grandi cambiamenti nel passato".

Tags

Commenti

Commenta anche tu