Inps, spunta il nome di Brambilla per il dopo-Boeri

Inps, spunta il nome di Brambilla per il dopo-Boeri
6 Novembre Nov 2018 10 giorni fa

Il mandato di Tito Boeri all'Inps è ormai ai titoli di coda. Ecco chi può arrivare al suo posto

Il mandato di Tito Boeri all'Inps è ormai ai titoli di coda. Il suo mandato scade a febbraio e da tempo l'attuale presidente è alle prese con un duello contro il governo. Di fatto al suo posto potrebbe essere nominato, secondo alcune indiscrezioni, Alberto Brambilla. Tecnico molto vicino alla Lega, epserto di tempi pensionistici e presidente del Centro Studi e Ricerche di Itinerari Previdenziali. Brambilla di fatto è tra le voci più critiche sul taglio delle pensioni d'oro.

Secondo quanto riporta l'Adnkronos, l'accordo tra Movimento Cinque Stelle e Lega ci sarebbe già. Brambilla sarebbe affiancato da un direttore generale in quota 5 Stelle. Inoltre, sempre secondo alcune indiscrezioni nella manovra verrà inserito un ddl collegato o un decreto che andrà a riscrivere completamente la governance dell'istituto superando l'assetto commissariale attuale che di fatto concentra gran parte dei poteri nelle mani del presidente. Tra qualche mese dunque si chiuderà l'esperienza di Tito Boeri alla guida dell'istituto di previdenza sociale. Negli ultimi mesi il rapporto tra lo stesso tra lo stesso Boeri e il governo, come è noto, è stato abbastanza conflittuale. Boeri ha aspramente criticato l'introduzione di Quota 100 e il superamento della legge Fornero. "La manovra sul fronte pensionistico è ancora tutta da scrivere", ha detto più volte Boeri esprimendo tutte le sue perplessità. Le sue critiche però sono destinate a naufragare con la fine del suo mandato.

Tags

Commenti

Commenta anche tu