Roma, blitz contro gli Spada: altra casa popolare sequestrata

Roma, blitz contro gli Spada: altra casa popolare sequestrata
6 Novembre Nov 2018 12 giorni fa

È stata sgomberata anche la terza casa popolare questa mattina a Ostia, la terra degli Spada dove è stato rinvenuto anche un sistema di videosorveglianza per controllare i movimenti

La casa popolare è stata liberata questa mattina all'alba dagli uomini della Polizia locale che si sono recati ad Ostia e hanno confiscato il terzo alloggio popolare in mano agli Spada

Un complesso sistema di videosorveglianza era utilizzato per controllare i movimenti esterni e interni dell'abitazione, la casa era occupata abusivamente da uno dei membri della famiglia Spada di Ostia. L'immobile è sito in via Antonio Zotti ed è il terzo sequestrato negli ultimi mesi alla famiglia. I primi di ottobre è stato sgomberato il primo appartamento abusivo che era in mano a Vincenzo Spada, per quell'operazione furono mobilitati oltre 100 uomini della Polizia. Vincenzo è il nipote del boss Carmine, personaggio di spicco del clan. Anche in questo caso la mobilitazione di forze dell'ordine non è stata da meno, infatti un altro centinaio tra poliziotti, pronto intervento e altre unità sono giunte sul posto per iniziare lo sgombero dell'appartamento.

È arrivato anche il commento del Capogruppo pentastellato al Campidoglio, Paolo ferrara che twitta

Oltre al Ferrara, un commento è arrivata anche dalla sindaca pentastellata Virginia Raggi che ha detto, sempre su Twitter:"Abbiamo liberato un altro alloggio popolare occupato abusivamente a Ostia da un componente del clan Spada. Insieme alla Polizia Locale non diamo tregua alla criminalità, per restituire legalità e sicurezza ai cittadini".

Il clan degli Spada è il più importante di Ostia ed è ben radicato nel territorio, avendo negli anni consolidato il proprio potere con intimorimento e minacce.

Tags

Commenti

Commenta anche tu