Lotta col tempo? Le tecniche per la buona gestione

Lotta col tempo? Le tecniche per la buona gestione
7 Novembre Nov 2018 10 giorni fa

Il tempo ci sfugge continuamente di mano. Sembra non bastarci mai per tutto quello che vogliamo compiere durante le nostre giornate. La verità è che non sappiamo gestirlo. Ecco le principali tecniche per gestire efficacemente il tempo

Alzasse la mano chi non si è mai lamentato dell’incapacità di gestire il proprio tempo durante la giornata.

Le giornate sono sempre più fitte di impegni, attività da svolgere. Abbiamo sempre più la percezione che il tempo ci sfugga di mano. Sembra che esso non sia sufficiente. La verità è che non è che è il tempo a non bastarci ma piuttosto siamo noi che non ce lo facciamo bastare perché lo organizziamo in maniera errata.

Durante la giornata commettiamo errori ricorrenti come procrastinare, tralasciare le pause che sono vitali per il nostro rendimento e la produttività, non annotare le idee e le liste delle cose da svolgere. Sono questi degli errori che facciamo inconsapevolmente ma che incidono notevolmente sulla qualità e la gestione del tempo che abbiamo a disposizione.

Il segreto del successo dei manager quotati risiede proprio nell’ottime gestione del tempo che consente loro di godersi anche la vita privata. La gestione del tempo si acquisisce con l’esperienza e seguendo delle tecniche efficaci.

Ecco le principali tecniche per gestire efficacemente il proprio tempo:

- Pianificare i propri obiettivi: scrivere una lista di attività da svolgere, una “to do list”, in cui si annota un elenco di cose da fare. Sottolineare gli impegni più importanti. La lista in questione serve per pianificare al meglio il proprio tempo per non lasciarsi sfuggire nulla;

- Porre delle priorità: concentrarsi sulle azioni indispensabili e in scadenza. Scegliere i compiti più importanti e concentrarsi su di essi;

- Non rimandare: procrastinare gli impegni più importanti crea problemi di gestione del tempo. Le procrastinazioni le si fanno quando non si sa da dove iniziare a svolgere un compito. È tipico di chi non ha ben chiari gli obiettivi da perseguire. Può nascondere anche la paura di fallire. Occorre focalizzarsi a pieno su ciò che si sta svolgendo senza cedere alle distrazioni o ai compiti più semplici;

- Dividere il lavoro in piccole fasi: organizzare il lavoro in step è essenziale per una buona programmazione di esso. Il passaggio da uno step all’atro accrescerà il senso di autoefficacia e autostima. Ci si sentirà più motivati nello svolgimento del proprio lavoro;

- Registrare il proprio tempo: può sembrare noioso ma è indispensabile creare un registro delle azioni svolte durante la giornata. E’ utile per individuare l’eventuale tempo sprecato. Si può creare il registro creando una tabella su un foglio di carta o al pc su un foglio di calcolo di Excel. Occorre descrivere nel dettaglio il compito eseguito e indicare l’arco temporale in cui lo si è svolto.

Una corretta gestione del tempo aiuta a migliorare la qualità della propria esistenza. Ci rende sereni e alimenta l’autostima. Ci trasforma in persone produttive ed efficienti sia in ambito professionale che nella vita privata.

Tags

Commenti

Commenta anche tu