Mantova, sequestrati 40mila prodotti in un esercizio commerciale

Mantova, sequestrati 40mila prodotti in un esercizio commerciale
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
9 Novembre Nov 2018 09 novembre 2018

Il negozio vendeva merce contraffatta, “simil alimenti”, articoli insicuri e non rispondenti alle normative.

Commerciava abiti griffati, occhiali di famose case di moda, bigiotteria, alimenti, tabacco e tanto altro. Ma la mercanzia posta in vendita da un negozio della provincia di Mantova era contraffatta o non rispondente alle disposizioni in materia di salute umana.

Così, nel corso di un intervento in materia di sicurezza dei prodotti, la Guardia di Finanza ha sequestrato 786 beni contraffatti, per lo più accessori, capi di abbigliamento e occhiali di noti marchi quali ad esempio Gucci, Cristiano Ronaldo CR7, Michael Jordan, Inter e Juventus, oltre a numerosi “simil -alimenti”, cioè prodotti che per forma, colore, dimensioni e odore riproducono cibi, la cui vendita è penalmente perseguibile.

Non solo. I finanzieri hanno sottoposto a sequestro amministrativo anche 35.054 articoli (bigiotteria, tabacco e oggettistica per adulti) non conformi alle disposizioni nazionali e comunitarie a tutela della salute umana in materia di corretta indicazione delle relative composizioni chimiche.

La merce veniva venduta priva delle informazioni minime finalizzate ad identificarne le caratteristiche qualitative, il produttore e l’eventuale presenza di materiali nocivi.

Un soggetto è stato segnalato sia alla locale Procura della Repubblica per gli illeciti di natura penale sia alla Camera di Commercio di Mantova per il mancato rispetto del Codice del Consumo.

Le violazioni contestate vanno dalla messa in commercio di merce contraffatta alla mancata etichettatura dei prodotti, dall’assenza, o contraffazione, del marchio CE all’illecito amministrativo di pubblicazione e spettacoli osceni e ciò relativamente agli oggetti per adulti posti in immediata visibilità a ogni tipo di avventore.

Tags

Commenti

Commenta anche tu