Michelle Obama attacca Trump: "Fece stalking contro la Clinton"

Michelle Obama attacca Trump: Fece stalking contro la Clinton
9 Novembre Nov 2018 6 giorni fa

Michelle Obama, all'interno del suo 'Becoming', ha attaccato Trump a testa bassa: misogino, inappropriato e pure tentato 'stalker' nei confronti della Clinton

Michelle Obama si è scagliata contro Donald Trump all'interno del suo 'Becoming', l'autobiografia in uscita anche in Italia.

Le elezioni di medio termine hanno segnalato l'esistenza di un vuoto di leadership in casa democratica: gli asinelli non hanno un capo riconosciuto. Joe Biden rimane il nominativo più spendibile in vista delle presidenziali del 2020, ma si può escludere che la moglie di Barack Obama decida, magari sul suono della sirena, di scendere in campo? Vale la pena ricordare che l'ex presidente non si può ripresentare.

Il candidato dei Dem, comunque vada, sarà selezionato durante le primarie interne, che avranno inizio tra poco più di un anno. Elizabeth Warren, Bill de Blasio, Andrew Cuomo e Kamala Harris sono gli esponenti più citati in vista di quell'appuntamento. Michelle non è disponibile. Come spiegarsi, allora, i consistenti attacchi mossi nei confronti del Tycoon? Nel suo libro, l'ex first lady ha ricordato di quando The Donald si è schierato con chi sosteneva la non americanità del marito. Una campagna che per Michelle è servita pura a "incitare i pazzi". Questo è solo l'inizio.

Sempre in 'Becoming', Michelle non ha nascosto le sue perplessità su quanto avvenuto ormai due anni fa. L'ex inquilina della Casa Bianca continua a domandarsi il perché dei consensi provenienti dalle donne. Trump, del resto, sarebbe un 'misogino'. Poi la Obama ha preso le parti di Hillary Clinton, che nel frattempo ha dichiarato di ragionare su una possibile ridiscesa nell'arena: "Una candidata donna dalle qualità eccezionali". Una scena in particolare è rimasta impressa nella mente di Michelle. I lettori ricorderanno dei confronti pubblici tra i due candidati, quelli organizzati per le presidenziali: Trump, secondo Michelle, si sarebbe avvicinato troppo a Hillary nel corso dei dibattiti. L'atteggiamento scelto dal Tycoon sarebbe stato orientato persino allo 'stalking', tanto che Hillary sarebbe stata vittima di una sorta di reductio.

Trump, ancora, avrebbe rilasciato dichiarazioni inappropriate agli Access Hollywood del 2005, quel genere di prese di posizione che vorrebbero dire: "Posso farti del male e passarla liscia". Conosciamo questi virgolettati grazie all'Associated Press, che ha letto in anteprima l'opera dell'ex first lady.

Nel 2019 verrà pubblicato un altro libro a firma Obama, quello di Barack. La coppia più amata dall'America democratica si è defilata dalla lotta politica, ma continua a rappresentare la vera opposizione con cui il presidente degli Stati Uniti deve fare i conti.

Tags

Commenti

Commenta anche tu